BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pietro Zovatto: Articoli scritti

Pietro Zovatto, nato nel 1936, vive fin da giovane a Trieste, dove ha studiato con B. Maier, V. Mathieu, M. Campo e si è laureato con V. Verra e A. Del Noce. Si è perfezionato all’Ecole des Hautes Etudes della Sorbona con J. Orcibal. Docente di Storia delle religioni nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Trieste, ha fondato nel 1970 il Centro Studi Storico-Religiosi Friuli-Venezia Giulia. La sua produzione storica riguarda il quietismo, il giansenismo e la storia dell’Istria e del Friuli. Le ricerche dell’ambito letterario nate dalla meditazione e dai rapporti diretti con U. Saba, B. Marin, G. De Luca, L.C. Cergoly, F. Tomizza, M. Milani, D. Barsotti riguardano Manzoni, Bremond e gli esponenti della grande stagione culturale triestina. Di poesia ha pubblicato: Amo Trieste (1995); Trieste città del Canzoniere (1996); Notturno a Trieste (1997); Carso sublime (1998); Lassù S. Giusto (1999); Col vento del Millennio (2000) e La pietà d’un verso (2001); L’Angelo del sogno (2002); Quassù la fantasia (2003); Il Canzoniere dell’anima (2004); La rincorsa di Dio (2005); Fragile d’infinito (2006); La contemplazione del silenzio (2007). Pietro Zovatto, born in 1936, lived as a young man in Trieste, where he studied with B. Maier, V. Mathieu, M. Campo and graduated with V. Verra and A. Del Noce. He furthered his studies at the Ecole des Hautes Etudes at the Sorbonne with J. Orcibal. He is a Professor of History of Religions in the Department of Education at the University of Trieste. In 1970, he founded the Center for Historical-Religious Studies at Friuli-Venezia Giulia. His studies of history focus on quietism, Jansenism and the history of Istria and Friuli. He has also published many papers on literary criticism as well as books of original poetry.

TitoloData

LETTURE/ Natale, perché lo "attende" anche chi non crede?

"Si spalma sempre a Natale il profumo di un'aria di suggestiva attesa. Dimessa, ma presente spira quella temperie sensibile che si rivolge al divino". La riflessione di PIETRO ZOVATTO
22/12/2014

LETTURE/ Cosa c'entra la Pasqua con la nostra libertà?

PIETRO ZOVATTO propone una riflessione sul significato della Pasqua a partire dalla contingenza della crisi: l'alleanza con Cristo è l'unica esperienza che vince la malizia del nostro secolo
17/04/2014

NATALE 2013/ La sfida di un Bambino al paganesimo di tutti i tempi

I ricordi di un presepe povero dell'infanzia si allargano in una riflessione che tocca il mistero ultimo della vita. "L'eterno irrompe nel tempo e lo redime". PIETRO ZOVATTO
23/12/2013

LETTERA/ Papa Francesco, il perdono, l'uomo risanato

Per questa Pasqua si propone la conversione dell’uomo restaurato sotto l’azione attiva della misericordia di Dio, invocata dal sommo pontefice Francesco. La meditazione di PIETRO ZOVATTO
28/03/2013

PAPA FRANCESCO/ La "strategia" della carità di un gesuita atipico

Niente croce di oro al petto, niente anello con ametista al dito, niente mantellina di raso rosso con ornamento di ermellino bianco. PIETRO ZOVATTO ci parla di Papa Francesco
19/03/2013

NATALE 2012/ Perché possiamo chiamare un bimbo "padre"?

La grandiosa verità del Natale è che Dio è nostro Salvatore; un bambino gracile e indifeso si presenta con l’esigenza di essere il realizzatore della Promessa antica. PIETRO ZOVATTO
22/12/2012

EASTER/ Can our intelligence bow to the resurrection?

PIETRO ZOVATTO comments on the meaning of Easter for us today, and on three guiding themes that the Church provides to help us reflect on this all-important day. 
06/04/2012

PASQUA/ Può la nostra intelligenza inchinarsi alla resurrezione?

All’uomo moderno è richiesta l’adesione libera e cosciente alla conversione, passando da una vita pagana a una vita cristiana. La riflessione sulla Pasqua di PIETRO ZOVATTO
06/04/2012

STORIA/ La grande lezione (federalista) di Rosmini ai nostri statalisti

Antonio Rosmini fu filosofo del risorgimento assai più lungimirante di quel che potrebbe sembrare a prima vista. A cominciare dal federalismo. Spiega il suo pensiero PIETRO ZOVATTO
24/05/2011

POESIA/ Parola, pietà, simbolo, la via al Mistero di Cristina Campo

“Il suo linguaggio assume l’essenzialità della res spiritualis nuda, per contemplarla fino al rapimento nell’atmosfera celeste”. PIETRO ZOVATTO ricorda la figura di Cristina Campo
07/12/2010
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui