BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Giuseppe Pennisi: Articoli scritti

Giuseppe Pennisi, nato a Roma nel 1942, ha avuto una prima carriera negli Usa (Banca mondiale) sino alla metà degli Anni Ottanta. Rientrato in Italia è stato Dirigente Generale ai Ministeri del Bilancio e del Lavoro e docente di economia al Bologna Center della Johns Hopkins University e della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, di cui ha coordinato il programma economico dal 1995 al 2008. Frequente collaboratore di quotidiani e periodici, attualmente scrive regolarmente per Avvenire e Il Foglio. È Consigliere del Cnel, in quanto esperto nominato dal Presidente della Repubblica e insegna alla Università Europea di Roma e alla Unilink. Ha pubblicato una ventina di libri di economia e finanza in Italia, Usa, Gran Bretagna e Germania. Cultore di musica classica, è stato Vice Presidente del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e critico musicale del settimanale Il Domenicale dal 2002 al 2009; attualmente collabora regolarmente in materia di lirica con il settimanale Milano Finanza e il quotidiano britannico Music & Vision. Giuseppe Pennisi, born in Rome in 1942, first worked in the US (World Bank) until the middle of the 80s. Returning to Italy, he was the Director General of the Ministries of Budget and Labour and Professor of Economics at the Bologna Center of Johns Hopkins University and the School of Public Administration, where he coordinated the economic program from 1995 to 2008. He is a frequent contributor to newspapers and periodicals, and currently writes regularly for Avvenire and Il Foglio. He is Director of the CNEL, as an expert appointed by the President of the Republic and teaches at the European University of Rome and at Unilink. He has published about twenty books on economics and finance in Italy, the USA, Great Britain and Germany. A lover of classical music, he was the Vice President of the Experimental Opera Theatre of Spoleto and a music critic for Il Domenicale from 2002 to 2009. He currently works regularly on opera, the Milan newspaper Finanza and the British newspaper Music & Vision.

TitoloData

SPENDING REVIEW/ Ecco perché i tagli del governo non bastano

04/07/2012

TEATRO DELL’OPERA/ Dalla Giselle di Adam all'Attila di Verdi, quando il successo è annunciato

03/07/2012

SCENARIO/ La vittoria di Monti prepara l’Italia dei "super-tecnici"

02/07/2012

OPERA/ Nostalgia di Ronconi e Hitchcock nel "Giro di vite" di Britten

30/06/2012

FILARMONICA/ Nel segno di John Cage a cent'anni dalla nascita

28/06/2012

VERTICE UE/ Monti si gioca il "lascia o raddoppia"

27/06/2012

OPERA/ "A Midsummer Night’s Dream", il successo "scomodo" di Britten

25/06/2012

GEOFINANZA/ Italia ancora sotto attacco: ecco i 4 colpevoli

23/06/2012

FINANZA/ Ecco perché la Germania non vuole più aiutare i Piigs

17/06/2012

OPERA/ L'elisir d'amore, il "melodramma giocoso" di Donizetti sbarca a Palermo

16/06/2012

FINANZA/ 2. I numeri che bocciano il "salvataggio" della Spagna

12/06/2012

FINANCE/ The numbers that should silence Prof Obama

08/06/2012

OPERA/ Perché i giovani riempiono i Teatri di Berlino e non quelli italiani?

08/06/2012

FINANZA/ 2. I numeri che mettono a tacere il prof Obama

07/06/2012

FINANZA/ Così Berlino avvicina l’Italia alla Grecia

04/06/2012

GEOFINANZA/ L'Euro appeso alle "alchimie" dei prof

31/05/2012

OPERA/ Nell'Attila di Verdi la bacchetta di Muti fa la differenza

29/05/2012

OPERA/ Quando il "belcanto" riporta i giovani a Teatro

26/05/2012

FINANZA/ L'Istat dà ragione alla Merkel

23/05/2012

LA SCALA/ Il "Peter Grimes" di Britten torna a Milano

18/05/2012
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui