BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Carlo Bortolozzo: Articoli scritti

Carlo Bortolozzo, nato a Mira (Ve) 8/12/58. Dopo la laurea in Critica Letteraria a Venezia con Ernesto Guidorizzi, ha iniziato a insegnare negli Istituti Superiori prima nella provincia di Venezia e poi di Verona. Attualmente insegna Lettere nel Liceo delle Scienze Umane “C. Montanari” di Verona. È saggista e critico letterario. Ha pubblicato due raccolte di saggi letterari: “Con l’infinito nel cuore”, Itaca 2004 e “Come un bel giorno”, Cortella 2009. Ha rivolto i suoi studi soprattutto alla letteratura italiana moderna e contemporanea. Collabora a giornali e riviste. È presidente del Centro di Cultura Europea Sant’Adalberto di Verona.

TitoloData

LETTURE/ Pavese, tornare bambini per cercare il destino

A partire dagli anni '43-44, in Cesare Pavese diventerà sempre più evidente che per comprendere la sua vocazione di uomo e di scrittore dovrà risalire all'infanzia. CARLO BORTOLOZZO
24/03/2017

LETTURE/ Leggere rende felici? Sì, ma non a qualunque prezzo

Conforta sempre vedere dei giovani, soprattutto ragazze, dediti alla lettura nel periodo delle vacanze. A patto, talvolta, di non chiedere loro ciò che leggono. CARLO BORTOLOZZO
28/08/2016

LETTURE/ Pirandello, se la promessa di felicità svanisce nel nulla

Uno squarcio nell'insensatezza del mondo: questo accade spesso ai personaggi di Pirandello (1867-1936). E' il caso del protagonista della novella "Va bene". CARLO BORTOLOZZO
17/08/2016

LETTURE/ "Il maestro vetraio", la misericordia è un mosaico di storie

Il secondo romanzo di Alberto Raffaelli (dopo "L'Osteria senza oste", 2014) si muove tra i due poli di Venezia e Marghera. Un miscuglio potente di armonia e disordine. CARLO BORTOLOZZO
21/06/2016

LETTURE/ Davanti al male, le parole non servono. Oppure sì?

A volte preferiamo fare silenzio, ma qualcosa grida dentro di noi, più forte del silenzio e dello sgomento. Un quid misterioso che ci induce, nonostante tutto, a dire. CARLO BORTOLOZZO
16/04/2016

LETTURE/ L'origine della poesia e il dramma che "convertì" Carducci

Il Carducci che oggi ammiriamo di più è quello dell'esplorazione del nostro cuore inquieto e moderno. All'origine di questa svolta poetica, la morte del figlio. CARLO BORTOLOZZO
03/01/2016

LETTURE/ Male, giustizie e verità nel racconto “bistrattato” di Manzoni

Storia della Colonna Infame è il saggio storico scritto da Alessandro Manzoni, purtroppo trascurato e un po' bistrattato, ma che invece andrebbe recuperato. CARLO BORTOLOZZO ci spiega perchè
31/07/2015

IL GATTOPARDO/ Don Fabrizio, le stelle non salvano l'uomo

Nell'estate del 1955 un aristocratico siciliano, sconosciuto al panorama letterario italiano, riprendeva la stesura di un romanzo cominciato l'anno precedente. CARLO BORTOLOZZO
08/06/2015

1914-2014/ Che differenza c'è tra fare la guerra e uccidere un uomo?

A detta di Mario Rigoni Stern, "Un anno sull’Altipiano" di Emilio Lussu (1890-1975) è il libro più bello scritto sulla prima guerra mondiale. Ne parla CARLO BORTOLOZZO
12/09/2014

LETTURE/ Alfieri, il "grande antipatico" pieno di sorprese

Vittorio Alfieri, grande antipatico della letteratura italiana, poco amato e poco letto, può riservare invece grandi sorprese. A patto di leggerlo senza preconcetti. CARLO BORTOLOZZO
13/06/2014

LETTURE/ "una questione privata", la fine di Milton e la speranza di Fenoglio

"Il fuoco centrale della sua ispirazione, (…) era (…) la speranza ostinata di dare un senso superiore alla vita". Parole riferite a Pavese, ma buonissime anche per Fenoglio. CARLO BORTOLOZZO
13/01/2014

LETTURE/ Lo sguardo di un bambino redime la nostra vergogna

Il mare non bagna Napoli, fortemente voluto da Vittorini, uscito per Einaudi nel 1953 resta per CARLO BORTOLOZZO il lavoro più riuscito di Anna Maria Ortese
18/10/2013

LETTURE/ La "luce sconosciuta" negli occhi dell'alpino Rigoni Stern

I due temi cari a Rigoni Stern, quello dei ricordi di guerra e della rappresentazione della natura si fondono in un tardo racconto dello scrittore, "Sulle nevi di gennaio". CARLO BORTOLOZZO
12/09/2013

LETTURE/ Beppe Fenoglio e quel miracolo di una grazia senza nome

Ne "Un altro muro" di Beppe Fenoglio, il protagonista, Max, partigiano prigionieri dei repubblichini, viene graziato all'ultimo istante, come ne "L'idiota" di Dostoevskij. CARLO BORTOLOZZO
06/07/2013
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui