BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Antonio Bonardo: Articoli scritti

Antonio Bonardo si è laureato in Economia Aziendale nel 1992 all’Università Bocconi di Milano. Ha lavorato in diversi contesti multinazionali nel campo delle risorse umane, ricoprendo ruoli di Branch Manager, National Key Account, Area Manager e Direttore di Business. Dal gennaio 2010 è Direttore Public Affairs di Gi Group. A maggio 2010 entra a far parte del Board di Ciett, (Confederation Internationale des Enterprise de Travail Temporaire) e a dicembre 2013 in quello di Eurociett (la branca europea di Ciett).

TitoloData

POLITICHE ATTIVE / Lombardia come esempio sul tema del lavoro

Le politiche attive del lavoro in Lombardia: i dati di Istat parlando di lavoratori tornati ai livelli pre-crisi del 2007. Analisi e commento di ANTONIO BONARDO (Gi Group)
18/09/2015

LAVORO / Politiche attive, il governo ha mantenuto le promesse: ora tocca a Regioni e mercato

Il varo dei quattro decreti attuativi ha completato l'architettura del Jobs Act: poste le basi per una tutela del lavoro che superi nel mercato l'articolo 18. di ANTONIO BONARDO
14/09/2015

MERCATO DEL LAVORO/ Stato-regioni, pubblico-privato: la ricetta per uscirne

Con il riordino dei servizi e delle politiche attive approvato dal Governo, si ripropono l'annoso dilemma tra pubblico o privato, tra Stato o regioni: ANTONIO BONARDO ci spiega la "ricetta"
06/08/2015

Agenzia Nazionale per l'Occupazione: per scegliere il capo, il Ministro Poletti segua ...

Con l'approvazione del Jobs Act, verrà costituita l'Agenzia Nazionale per l'Occupazione. ANTONIO BONARDO ci spiega come si potrebbe sceglierne il responsabile
19/12/2014

Il sistema deve reggersi senza intervento pubblico

Come si può creare un sistema efficace (ed efficiente) di supporto alla ricollocazione professionale per chi viene licenziato senza oneri per lo Stato? Risponde ANTONIO BONARDO
03/10/2014

La riforma dei servizi per il lavoro: evitiamo di buttare il bambino con l’acqua sporca!

Uno dei punti che si stanno discutendo al Senato con la legge delega per la riforma del lavoro riguardo le politiche per il lavoro. Il punto di ANTONIO BONARDO
04/07/2014

La delega è un'occasione unica per far sparire la cattiva flessibilità

Con la conversione in legge del Decreto Poletti si è fatto un altro deciso passo avanti sulla strada della flexicurity. Ora si può fare di più con il disegno di legge delega
30/05/2014

Parti sociali: finita l’era della concertazione inizia quella della contrattazione?

In Italia sembra che sia terminato il tempo della concertazione a tutti i costi. Questo vuol dire che i sindacati dovranno ripensare al loro compito, come spiega ANTONIO BONARDO
18/04/2014

Garanzia Giovani. Impossibile partire senza le agenzie

Il Piemonte ha presentato il suo piano di attuazione operativo della Garanzia Giovani, in cui sono coinvolti anche gli operatori privati. Il commento di ANTONIO BONARDO
11/04/2014

Politiche attive, qualcosa si muove

Dopo la Lombardia, anche la Regione Lazio sembra intenzionata a dare vita a una gestione dei servizi al lavoro capace di aiutare chi ha perso il lavoro in modo efficace
24/01/2014

La priorità per il 2014 è cambiare il lavoro

L’elezione di Matteo Renzi potrebbe portare importanti riforme nell’ambito del lavoro, attraverso l’adozione del Job act. ANTONIO BONARDO ci aiuta a capire in che modo
20/12/2013

Il futuro dei sindacati: motore dell'innovazione o causa di conservazione?

È dall’agosto del 2011 che si attende delle riforme del mercato del lavoro in Italia che però non arrivano. La colpa, dice ANTONIO BONARDO, è principalmente delle Parti sociali
13/12/2013

Sfida all'immobilismo dei sindacati e di Confindustria

In attesa di una semplificazione del diritto del lavoro, decisamente poco adatto ai tempi, sarebbe bene, dice ANTONIO BONARDO, non perdere l’occasione dell’Expo 2015
06/12/2013

Trasferiamo all'Inps i centri per l'impiego

Sarebbe delittuoso buttare altri soldi per personale, sedi e strumenti se prima non si stabilisce cosa debbano fare i Cpi e non si riorganizzano conseguentemente i processi di lavoro
29/11/2013

Politiche attive invece dei sussidi

Dopo 5 anni di dura recessione, ci troviamo finalmente ad affrontare una legge di stabilità per un anno (il 2014) con previsioni di crescita positive. Il commento di ANTONIO BONARDO
22/11/2013

Tutti licenziabili ma col paracadute

L’Italia deve fare i conti con due problemi, dice ANTONIO BONARDO: la recessione e le normative sul lavoro. Entrambi hanno un loro peso sul livello di disoccupazione
08/11/2013

L'obiettivo centrale è la buona flessibilità

Il 27 settembre scorso Assolavoro e i sindacati della somministrazione (Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp) hanno rinnovato per la terza volta il Ccnl di settore. Le novità più importanti
25/10/2013

È la vera riforma chiesta dall’Europa

Partirà lunedì Dote Unica Lavoro, il nuovo programma di politica attiva del lavoro predisposto da Regione Lombardia. ANTONIO BONARDO ce ne illustra alcune caratteristiche
18/10/2013

Le sfide per attuare la garanzia giovani

La Garanzia giovani porterà per l’Italia dei fondi destinati anche ai servizi al lavoro. Tra questi è importante il ricollocamento. ANTONIO BONARDO ci spiega perché
11/10/2013

Le agenzie private pronte a collaborare

È ripartita l’attività della struttura di missione istituita dal Ministro del Lavoro per dar vita alla garanzia giovani. Tuttavia rischiano di rimanerne escluse le Agenzie per il lavoro
13/09/2013
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui