BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ I rischi peggiori di un fallimento

29/04/2017

Difficile dire quale sarà il futuro di Alitalia. La vendita sembra lo scenario più probabile, ma presenta dei rischi, così come l'avvicinarsi delle elezioni, spiega JUANFRAN VALERON

Da diversi anni la compagnia di bandiera versava in condizioni economiche critiche. Nel 2006 è stato dato avvio a una privatizzazione totale dell'azienda ancora controllata dallo Stato, che si è recentemente conclusa con la nascita di Cai nel 2008, lasciando tuttavia molte questioni ancora aperte. Attraverso il contributo di giornalisti ed esperti di settore, ilsussidiario.net ricostruisce per i suoi lettori quanto finora accaduto, continuando a seguire le sorti di Alitalia.

28/04/2017

SPILLO/ Se Boccia e Camusso sono d'accordo con Renzi a "far tardi" su Alitalia

Il presidente di Confindustria, Boccia, e il leader della Cgil, Camusso, rilanciano il salvataggio Alitalia - sostenuto da Renzi - anche dopo il no dei dipendenti. NICOLA BERTI

28/04/2017

Tanto liberi da ucciderci

La vicenda Alitalia riporta a galla l’annosa questione del giusto ruolo dello Stato nell’economia. Basterebbe, ricorda GIORGIO VITTADINI, una politica industriale fatta come si deve.

27/04/2017

ALITALIA/ Le false promesse ai lavoratori e la "vittoria di Pirro" dei Cub

Nella vicenda Alitalia riemerge in maniera chiara la differente visione di due modi di concepire il lavoro e le relazioni sindacali. Il commento di GERARDO LARGHI

27/04/2017

ALITALIA/ Nazionalizzazione, la "cura" peggiore del fallimento

Dopo il referendum tra i lavoratori, ancora non è chiaro quale sarà il destino di Alitalia. Per MARCO PONTI è bene evitare di cedere alle sirene di una nazionalizzazione

26/04/2017

ALITALIA/ Fallimento? Le domande aperte per evitarlo

Fallimento Alitalia. Dopo la vittoria del no al referendum c’è a chiedersi cosa sarà di Alitalia, prossima al commissariamento, e il perché della scelta dei lavoratori. SERGIO LUCIANO

26/04/2017

Alitalia, la rotta resta in Europa

L'esito traumatico del referendum fra i lavoratori non cambia l'essenza industriale della crisi Alitalia: e la necessità di una ristrutturazione reale (e possibile). GIANNI CREDIT

25/04/2017

ALITALIA/ Carovana (Assovolo): il No al referendum non porta al fallimento

La vittoria del No nel referendum tra i lavoratori Alitalia apre scenari inediti. Per DAVIDE CAROVANA ora l’azienda deve tagliare gli sprechi e fare investimenti

21/04/2017

ALITALIA/ Il referendum non basta a far decollare la compagnia

Anche se il referendum tra i dipendenti Alitalia dovesse avere successo, la compagnia non avrà un futuro affatto facile. ANDREA GIURICIN ci spiega perché

20/04/2017

Alitalia/ Referendum, Furiga (Assovolo): i dipendenti sono contro l'accordo

Sono aperti i seggi per il referendum tra i lavoratori di Alitalia. Abbiamo sentito il parere di CARLO FURIGA, Segretario nazionale del sindacato confederale Confael-Assovolo

15/04/2017

ALITALIA/ Pantalone paga per evitare guai in campagna elettorale

Alitalia sta per essere salvata un’altra volta con un impegno anche dello Stato, che si farà garante dei prestiti alla compagnia tramite Invitalia. Il commento di ZACCHEO

13/04/2017

MPS, ALITALIA E BANCHE/ I disastri del "Governo in campo"

Mps, come pure Alitalia, vive un momento di difficoltà, nonostante il Governo sia in prima linea per risolvere la situazione. Il commento di SERGIO LUCIANO

31/03/2017

ALITALIA/ Il nuovo piano non basta, ecco le prove

Il nuovo piano di Alitalia, spiega UGO ARRIGO, potrà certamente produrre effetti positivi sul conto economico, ma purtroppo non sarà in grado di essere risolutivo

23/03/2017

ALITALIA/ Ryanair, Easyjet e i numeri che "condannano" la compagnia italiana

Alitalia non passa un buon momento e, vedendo le strategie adottate dalle low cost come Ryanair ed Easyjet, dice SERGIO LUCIANO, la strada sembra ancora più in salita

19/03/2017

ALITALIA/ La chiave per il rilancio passa da Fiumicino

Alitalia ha presentato il piano industriale per cercare di risollevare le sorti della compagnia. Per ANDREA GIURICIN c’è però un punto importante di cui nessuno parla