BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANTICIPAZIONI/ N° 66 - Settembre 2017 - Apprendere la scienza: un percorso di ragione e stupore

16/07/2017

L’apprendimento delle scienze non è da ridurre alla pura acquisizione di abilità strumentali. È invece l’esito di una ragione che, sollecitata dallo stupore della realtà, genera conoscenza.

Fa parte della natura della scienza la tendenza a non chiudersi entro i propri confini, a dilatare le frontiere, anzi a spingersi oltre le frontiere: quelle conoscitive, che si aprono ogni volta che si solleva un interrogativo interessante; quelle strumentali, che vengono continuamente superate grazie all’innovazione tecnologica; ma anche quelle propriamente fisiche, spaziali, che vengono sfidate da un lato dalle missioni delle sonde interplanetarie, dall’altro dai viaggi, altrettanto avventurosi, dentro il nano-bio-mondo e nell’universo delle particelle elementari.
Esplorare le frontiere attuali della scienza significa cogliere la profondità delle domande degli scienziati, ma anche prendere coscienza dell’ampiezza e del valore dei territori dai quali si è partiti.