BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TELECOM ITALIA/ I piani di Vivendi e i danni causati dallo Stato

25/07/2017

L'addio di Cattaneo ha risvegliato chi faceva finta di nulla rispetto alla situazione di Telecom, azienda di fatto da tempo non più italiana. Il peggio non è certo alle spalle. ZACCHEO

Dopo la privatizzazione, Telecom ha continuato a perdere i suoi asset stranieri, affossata dai debiti accumulati. La fusione con il socio spagnolo Telefonica sembra inevitabile. Anche se resta aperto il problema del controllo della rete che si vorrebbe mantenere italiana. Attraverso il contributo di giornalisti ed esperti del settore, Ilsussidiario.net continua a seguire l’evolversi della situazione di Telecom

22/07/2017

TELECOM/ L’addio di Cattaneo e un’altra tappa del “suicidio” italiano

Telecom Italia si prepara a dare il ben servito a Flavio Cattaneo, nel silenzio del Governo. Un’altra prova, dice PAOLO ANNONI, dell’assenza di politica industriale italiana

17/07/2017

FINANZA/ Telecom al capolinea francese e la metafora del declino italiano

La pressione finale di Vivendi sul Ceo di Telecom-Tim Flavio Cattaneo è il passaggio definitivo di una lunga metafora del declino finanziario e industriale del Paese. NICOLA BERTI

15/07/2017

TELECOM/ I giochi (e i soldi) che stanno dietro l'uscita di Cattaneo

Che dire sulla zuffa al vertice di Telecom Italia, dove l'ad Flavio Cattaneo sta negoziando la propria uscita con l'azionista di controllo Telecom? ZACCHEO

21/06/2017

TELECOM/ E il "pasticcio" tutto italiano sulla banda larga

Sulla banda larga si sta consumando una vera e propria Caporetto di Stato, con Telecom Italia che sta mettendo i bastoni tra le ruote a Open Fiber. Il commento di ZACCHEO

13/05/2017

TELECOM/ Così Vivendi calpesta il management e l'Italia

Vivendi, il principale azionista di Telecom Italia, questa settimana è nuovamente salita agli onori della cronaca. E non positivamente, spiega PAOLO ANNONI

05/05/2017

TELECOM ITALIA/ La doppia vittoria per Bolloré e Cattaneo

Telecom Italia, con la gestione di Flavio Cattaneo, ha presentato conti lusinghieri, mentre Bolloré si tiene saldo in testa a Vivendi e alla società italiana, spiega SERGIO LUCIANO

19/04/2017

VIVENDI/ Telecom, Mediaset e il "ruggito del coniglio" dell'Agcom

L'Agcom ha stabilito che entro un anno Vivendi dovrà diminuire la propria partecipazione in Telecom Italia oppure in Mediaset. Il commento di SERGIO LUCIANO

12/04/2017

SPILLO/ Telecom e il nuovo assalto francese all'Italia

Vivendi si prepara a nominare il Presidente di Telecom Italia e a prenderne sempre più il controllo. In Francia, invece, Fincantieri ha trovato più di un ostacolo, ricorda PAOLO ANNONI

02/03/2017

MEDIASET/ I vantaggi (veri e falsi) di un'alleanza con Telecom Italia

Si riparla di un'alleanza strategica tra Mediaset e Telecom, cementata da uno scambio azionario, anche per risolvere la querelle con Vivendi. Il commento di ZACCHEO

22/02/2017

TELECOM ITALIA/ Le mosse della politica sul gigante tlc

Di Telecom Italia la politica nazionale sembra essersi dimenticata mentre quella locale, spiega SAM WISE, ha preso una posizione chiara sui trasferimenti annunciati dall'azienda

10/02/2017

TELECOM ITALIA/ I buoni risultati contro la maggioranza dei dipendenti

Riceviamo e pubblichiamo una lettera firmata da una persona che segue da vicino le vicende di Telecom Italia, che ha appena presentato il suo nuovo piano industriale 

08/02/2017

TELECOM ITALIA/ La buona notizia nello stop ai dividendi

Telecom Italia ha deciso di non distribuire dividendi agli azionisti ordinari per i prossimi tre anni. Per ZACCHEO si tratta di una notizia-bomba dal contenuto positivo

21/01/2017

MEDIASET/ Vivendi e la vendita inevitabile di Telecom Italia

Vivendi, spiega PAOLO ANNONI, è in una posizione non desiderabile su Mediaset. Quindi deve cercare a tutti i costi di cambiare lo stato delle cose. E ha due modi per farlo

30/12/2016

Telecom Italia, nascita di una colonia

Un Paese da colonizzare? La svendita del nostro patrimonio pubblico, la pessima gestione di Telecom ci rendono una nazione sempre più debole. GIORGIO VITTADINI