BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Interviste a: Carlo Jean

Carlo Jean, laureatosi in scienza politiche all’Università di Torino nel ’60, ha prestato servizio nelle Brigate Alpine Julia, Taurinense, Orobica e Cadore di cui è stato comandante, raggiungendo il grado di Generale di corpo d'armata. Ha ricoperto il ruolo di Capo Ufficio Pianificazione Finanziaria e Bilancio dello Stato Maggiore dell’Esercito e di Capo del IV Reparto dello Stato Maggiore della Difesa. E’ un esperto di strategia militare e di geopolitica, tra i più autorevoli a livello italiano e internazionale. Insegna studi strategici alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Luiss ed alla Link Campus di Roma. E’, inoltre, membro del Consiglio Scientifico della Treccani, del Comitato Scientifico della Confindustria e del Comitato Scientifico della Fondazione Italia USA. Collabora alla rivista di geopolitica italiana Limes come membro del relativo Consiglio Scientifico. Carlo Jean graduated in Political Science at the University of Turin in 1960, and served in the Alpine Brigade Julia, Taurinense Orobica and Cadore where he was a commander, reaching the rank of Lieutenant-General. He served as Chief of Financial Planning and the Budget Office of the Army Staff and Chief of Department IV of the Joint Chiefs of Staff. He is an expert in military strategy and geopolitics, among the most authoritative at an Italian and international level. He teaches strategic studies at the Luiss University and the Link Rome Campus. He is also a member of the Scientific Council of Treccani, the Scientific Committee of Confindustry and the Scientific Committee of the Foundation Italia USA. He collaborates with the Italian geopolitical magazine Limes as a member of its Scientific Council.

TitoloData

SCENARI/ Jean: Trump manda Pence a "spaventare" l'Europa

Con la visita in Europa il vicepresidente americano Mike Pence ha ribadito sostegno e alleanza a Unione europea e Nato. Sembra una posizione contraria a Trump. Perché? CARLO JEAN
21/02/2017

CAOS MIGRANTI/ Jean: gli accordi con Libia e Tunisia? Invece di morire in mare moriranno nel ...

Per il generale CARLO JEAN gli accordi che l'Italia sta prendendo in questi giorni con Libia e Tunisia hanno scarso valore pratico. Almeno finche la LIbia sarà uno stato diviso e in crisi
09/02/2017

ATTENTATO A SMIRNE/ Pkk o Isis, è un attacco mediatico

Cinque giorni dopo la stage di capodanno il terrorismo torna a colpire la Turchia, questa volta a Smirne, città dove si sono concentrate le indagini sulla strage di Istanbul. CARLO JEAN
06/01/2017

ATTENTATORE UCCISO/ Jean: Amri era qui perché ci sono cellule in Italia

L'Italia è covo di cellule di supprto del terrorismo che il killer di Berlino stava cercando di contattare, lo spiega CARLO JEAN in questa intervista. Ecco di cosa si tratta
24/12/2016

BATTAGLIA DI ALEPPO/ Jean: Putin vuole anticipare Trump con una pioggia di bombe

Bombardamenti indiscriminati da parte dei russi e dell'esercito di Assad su Aleppo est, per radere al suolo ogni resistenza. La battaglia finirà con un bagno di sangue. CARLO JEAN
25/11/2016

BATTAGLIA DI MOSUL/ Jean: l'Iraq può diventare una nuova Libia

Per CARLO JEAN, nel 2006, dopo la morte di Zarqawi, Al Qaeda in Iraq ha subito una forte sconfitta e ha cambiato strategia e tattica per sopravvivere: ora accadrà qualcosa di simile all'Isis
04/11/2016

BATTAGLIA DI MOSUL/ Jean: sciiti, sunniti, curdi, la coalizione Usa è troppo divisa

Le forze della sicurezza irakena e i peshmerga si stanno dirigendo verso Mosul lungo diversi assi, e la coalizione ha ucciso tra 800 e 900 combattenti dell'Isis. CARLO JEAN
28/10/2016

CAOS SIRIA/ Jean: dopo Aleppo, Putin vuole spopolare il paese

Per CARLO JEAN, il paragone della Cecenia spiega la tattica che impiegano in russi in Siria: Aleppo era il centro della resistenza sunnita e di conseguenza i russi lo stanno radendo al suolo
05/10/2016

BOMBE A NEW YORK/ Jean: un attentato poco "serio" che avvantaggia Trump

Un ordigno è esploso sabato notte a Manhattan (New York), nel quartiere Chelsea, ferendo 29 persone. Neutralizzata una seconda bomba come quella di Boston. CARLO JEAN
19/09/2016

TURCHIA/ Jean: Erdogan e Putin, insieme per minare l'Europa

Ieri il governo turco è intervenuto per smentire ufficialmente gli Stati Uniti che avevano parlato di un cessate il fuoco con le milizie curde siriane dell’Ypg. Il punto di CARLO JEAN
01/09/2016

RAID LIBIA/ “L’aiutino” degli Usa ad Al-Sarraj contro l’Isis

Per CARLO JEAN, gli attacchi aerei contro l’Isis nella città di Sirte si giustificano con l’asimmetria presente sul terreno, in quanto gli uomini del Califfato combattono fino alla morte
02/08/2016

ALLERTA ATTENTATI/ Anni di piombo e mafia, così l’Italia combatte il terrorismo

Per CARLO JEAN, in Italia le forze di polizia costituiscono l’ossatura dello Stato che funziona veramente: è grazie a loro se finora siamo riusciti a contenere la minaccia terroristica 
29/07/2016

L'ISIS COLPIRA' L'ITALIA?/ Jean: il modello al Qaeda ha battuto lo stato islamico

Per CARLO JEAN, questo attentato avviene in un momento di evoluzione dello stato islamico che si sta trasformando in una sorta di Al Qaeda per rispondere alle difficoltà in Siria e Iraq
16/07/2016

LIBIA/ Jean: Al Sarraj sempre più isolato, con lui solo l'Italia

Cosa succede in Libia? Mentre Francia e Gran Bretagna sostengono il generale Haftar con raid aerei perché hanno capito che vincerà, solo l'Italia è schierata con Al-Sarraj. CARLO JEAN
10/07/2016

LIBIA/ Jean: la Russia la vuole divisa in due. E l'Isis...

Per CARLO JEAN, la Russia sa di potere esercitare un’importante influenza solo in Cirenaica. Meglio avere quindi una Libia divisa in due, anziché unita e con un governo filoccidentale
11/06/2016

AEREO EGYPTAIR/ Jean: ecco come hanno fatto a "imbarcare" la bomba

Affiorano resti umani e parti dell’Airbus EgyptAir nelle acque del Mediterraneo, confermando così che il jet è sprofondato nel mare con 66 persone a bordo. Il commento di CARLO JEAN
21/05/2016

CAOS LIBIA/ Jean: al Serraj e Haftar, gli Usa fanno il doppio gioco

Per CARLO JEAN, con le armi fornite dall’Occidente i due governi libici arriveranno a una resa dei conti definitiva. Gli Usa sostengono entrambi, così da salire sul carro del vincitore
17/05/2016

CAOS LIBIA/ Jean: se il governo legittimo è quello di Al Serraj, la Francia con chi sta?

Per CARLO JEAN, in Libia c’è una situazione di completo stallo, e intanto sul terreno le truppe del generale Haftar continuano ad avanzare grazie ai 1.050 pickup pagati dall’Arabia Saudita
01/05/2016

EUROPA SOTTO ATTACCO/ Jean: l'Isis crollerà e al Qaeda diventerà ancora più pericolosa

"Alla fine lo stato islamico crollerà, non potrà resistere a lungo. Ma non è che con la fine dell'Isis scomparirà anche il terrorismo di matrice islamista radicale". Lo dice CARLO JEAN
25/03/2016

CAOS LIBIA/ Jean: al Sisi ha ragione, Renzi non deve intervenire (per ora). Ecco perché

Per CARLO JEAN, gli interessi degli Usa, che vogliono solo distruggere l’Isis, divergono da quelli italiani. Il nostro governo ha bisogno di stabilizzare la Libia con la strategia di Al-Sisi
18/03/2016
1 2 3 4 5 6
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui