BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Makoto Kobayashi

E’ un fisico giapponese molto conosciuto per il suo lavoro sulla violazione CP. Il suo articolo «CP Violation in the Renormalizable Theory of Weak Interaction» (1973) scritto in collaborazione con Toshihide Maskawa è il terzo articolo più citato nell'ambito della fisica delle alte energie (dati 2006). La matrice Cabibbo-Kobayashi-Maskawa, che definisce i parametri di mixing fra i quark, fu il risultato di questo lavoro. Ha vinto il Premio Nobel per la fisica nel 2008, congiuntamente con Toshihide Maskawa e Yoichiro Nambu. L'Ansatz CKM postulò l'esistenza di una terza generazione di quark. L'ipotesi fu confermata sperimentalmente quattro anni dopo, con la scoperta del quark Bottom. Makoto Kobayashi is a Japanese physicist known for his work on CP violation. His article "CP Violation in the Theory of Weak Interaction Renormalizable" (1973), written in collaboration with Toshihide Maskawa, is the third most-cited in high-energy physics (2006 figures). The Cabibbo-Kobayashi-Maskawa matrix, which defines the mixing parameters between quarks, was the result of this work. He won the Nobel Prize for Physics in 2008 jointly with Toshihide Maskawa and Yoichiro Nambu. The CKM Ansatz postulates the existence of a third generation of quarks. The hypothesis was experimentally confirmed four years later with the discovery of the Bottom quark.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui