BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Giampiero Borghini

Giampietro Borghini (Brescia, 1943) detto Giampiero, giornalista e politico, si è laureato alla facoltà di lingue dell'Università Ca' Foscari di Venezia e ha conseguito un Master in filologia slava all'Università di San Pietroburgo. Giornalista professionista, tra il 1968 e il 1970 è stato corrispondente da Londra per il settimanale "Rinascita" e quindi direttore del settimanale romano "Nuova Generazione". È stato in seguito direttore della rivista ufficiale della Federazione Giovani Comunisti Italiani e dal 1980 al 1985 vice direttore nazionale e responsabile della redazione milanese de l'Unità. L'ultimo incarico giornalistico di Borghini è stata la direzione de "Il Giornale di Bergamo" tra il 1993 e il 1994. Cresciuto politicamente nelle file del Pci, è stato consigliere regionale della Lombardia dal 1985 al 1992. Dal 1990 al 1992 è stato presidente del Consiglio regionale. Membro del Pds, ne esce nel gennaio 1992 per diventare sindaco di Milano con l'appoggio del Psi. Rimane in carica fino al marzo del 1993. Rientrato in politica con Forza Italia, nel 2004 è eletto consigliere regionale per FI. Scelto nel 2005 dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni come assessore regionale alle opere pubbliche, mantiene l'incarico fino a luglio 2006. Alle comunali del 2006 si candida per la Lista Moratti, ma non viene eletto. Viene quindi nominato direttore generale del Comune di Milano nel biennio 2006-2008. Nel 2009 è richiamato a Palazzo Marino come dirigente e consigliere del sindaco.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui