BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Giuseppe Mininni

È stato responsabile di numerosi contratti di ricerca finanziati dall’Agenzia per la promozione dello sviluppo del Mezzogiorno (realizzazione di un impianto pilota di incenerimento dei fanghi), dal Ministero dell’ambiente (progetto di un impianto pilota di incenerimento di rifiuti tossici e nocivi), dal MURST (ora MIUR) attraverso i Fondi strutturali europei (sperimentazione di processi termici per lo smaltimento di fanghi e rifiuti pericolosi), dalla Regione Lombardia (valutazione dell’impatto ambientale della discarica di Cerro – Rescaldina), dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio (individuazione delle BAT per il settore delle acque ai fini del rilascio dell’autorizzazione integrata ambientale e valutazione della diffusione degli inquinanti nei corpi idrici). Ha collaborato alla stesura di un piano di emergenza e delle linee guida per la gestione ordinaria dei fanghi di depurazione prodotti da tutti gli impianti di depurazione urbani presenti in Puglia, commissionato dall’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) della Puglia. Ha partecipato a numerose Commissioni ministeriali. Attualmente fa parte della segreteria tecnica della Direzione Qualità della Vita del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per la valutazione dei piani di caratterizzazione e degli interventi di risanamento dei siti contaminati d’interesse nazionale.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui