BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Interviste a: Andrea Giussani

Milanese, classe 1949. Laureato in Legge all’Università Statale di Milano, ha operato in grandi gruppi nazionali e multinazionali . E’stato direttore del personale in Nielsen, Janssen -Cilag, Winterthur e Aurora Assicurazioni. Inoltre ha ricoperto varie posizioni di Linea: in Nielsen come direttore di due business unit (una di produzione, l’altra di marketing), quindi direttore assicurativo danni in Winterthur, poi direttore generale di Aurora ed infine presidente di Navale Assicurazioni, compagnie del Gruppo Unipol. Già vicepresidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus, ha anche incarichi in altre fondazioni e compagini non profit ed è certificato in Corporate coaching.

TitoloData

EXPO 2015/ Giussani: qui si rimane incantati, ma il rischio è dimenticare l'uomo che ha fame

"La mia prima giornata è partita per me tutta sulle ali di un impatto visivo ed emozionale veramente straordinario". ANDREA GIUSSANI (Banco Alimentare) è stato all'Expo
03/05/2015

COLLETTA ALIMENTARE +2%/ Giussani: un legame inaspettato tra chi dona e chi riceve

Con 9.201 tonnellate, la Colletta alimentare sabato ha raccolto il 2% in più di alimentari rispetto all’edizione 2013. ANDREA GIUSSANI spiega le ragioni di questo aumento sorprendente
01/12/2014

IL CASO/ Giussani (Banco Alimentare): dopo Grecia e Bulgaria, l'Italia è il paese più povero

Gli enti sussidiari come il Banco Alimentare sono a rischio, e insieme a loro anche le persone e le strutture caritative che ricevono gli aiuti. Ne abbiamo parlato con ANDREA GIUSSANI
15/10/2013

RISULTATI COLLETTA ALIMENTARE 2012/ Giussani: 9622 t. donate, la crisi non ha spento la carità ...

Si è chiusa nella notte di sabato la XVI edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, uno spettacolo di gratuità e beneficenza che commentiamo con ANDREA GIUSSANI
25/11/2012

J'ACCUSE/ Giussani (Banco Alimentare): l'Europa della Merkel taglia il cibo ai poveri

L'Unione Europea sta sempre più proseguendo sulla linea del rigore. Un rigore intransigente, e che ammette sempre più difficilmente l'esistenza di chi non ce la fa. Ne parla ANDREA GIUSSANI
15/11/2012
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui