BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Marguerite Barankitse

Burundese, Marguerite Barankitse, premio Nansen dell'ONU per i rifugiati, è stata educata in Burundi e in Europa. In Africa è stata insegnante presso il vescovado di Ruiygi in Burundi. La sua vita cambiò una mattina di ottobre del 1993, quando, a Ruyigi, in un Burundi precipitato nella guerra civile e sconvolto dall'odio tra etnie, settantadue persone vennero sotto i suoi occhi. Marguerite vide e udì tutto. Da quel giorno ha iniziato ad accudire con sé i venticinque bambini scampati a quell'orrore. Nel mese successivo raccolse più di 200 bambini.Incurante delle minacce alla sua stessa vita, ha scelto di vivere con i bambini, di ogni gruppo etnico e nazionalità. Ha promosso nel suo paese la pace e la riconciliazione, fondando la Maison Shalom. Grazie al suo impegno, molte altre case di accoglienza sono nate in tutto il Burundi per assistere gli orfani, tra i quali anche gli orfani dell’AIDS. Oggi sono oltre 10.000 i bambini salvati da Marguerite.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui