BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Interviste a: Carlo Altomonte

Dopo la laurea con lode in Economia Internazionale in Università Bocconi, ha conseguito nel 1997 il Master of Arts in Economics (con menzione) dell’Università Cattolica di Lovanio (UCL). Nel 1999 ha ottenuto il Dottorato di Ricerca in Diritto Internazionale dell’Economia presso l’Università Bocconi e successivamente il Ph.D. in Applied Economics presso l’Università Cattolica di Lovanio (KUL). Già consulente presso la Division of Transnational Corporations dell’UNCTAD (ONU – Ginevra) e la Commissione Economica e Monetaria del Parlamento Europeo (Bruxelles), è attualmente coordinatore del modulo di European Affairs del Master in International Affairs dell’ISPI (Milano), e responsabile presso l’Università Bocconi e la Fondazione ENI Enrico Mattei (FEEM) di una serie di progetti di ricerca internazionali in collaborazione con la Commissione Europea riguardanti la politica industriale dell’UE e l’evoluzione del contesto competitivo europeo nello scenario globale. Le sue aree principali di ricerca riguardano la politica economica europea, l’analisi delle imprese multinazionali, l’economia industriale e la geografia economica. Il suo ultimo libro (con M.Nava) è Economics and policies of an enlarged Europe (2005, Edwar Elgar).

TitoloData

SPILLO/ Così i Tar possono far "sprecare" 10 miliardi all'Italia

Per CARLO ALTOMONTE, occorre una legge di priorità nazionale su alcuni progetti per derogare dai vincoli delle Regioni e della Tar, che hanno già ritardato troppi investimenti
31/10/2014

IL CASO/ Le Regioni "portano" all'Italia un'altra batosta europea

Per CARLO ALTOMONTE, il paradosso del governo Letta è che si trova stretto tra un Parlamento Ue che ha perso la pazienza e le Regioni che sprecano allegramente i soldi dei contribuenti
13/11/2013

SHUTDOWN UE/ La "vendetta" di Uk e Germania rischia di bloccare Tav e Mose

Come spiega CARLO ALTOMONTE, gli Stati del Nord hanno chiesto uno snellimento del bilancio dell’Ue, e potrebbero essere tagliati 2,7 miliardi di euro nel 2013 e 20 miliardi nel 2014-2020
23/10/2013

FINANZA/ Ecco perché l’Italia non può abbandonare l’euro

Tra il 2011 e il 2012 la Banca centrale europea ha acquistato 102,8 miliardi di euro di bond italiani, la quota maggiore fra i Paesi dell'Eurozona. Ne parliamo con CARLO ALTOMONTE 
22/02/2013

FINANZA/ 2. Il 2013, la "scommessa" di Draghi sull’Italia

Secondo Mario Draghi,riforme economiche danno frutti, anche se nel breve termine possono implicare costi considerevoli per i cittadini. Il commento di CARLO ALTOMONTE a queste parole
18/12/2012

OCSE/ Altomonte (Bocconi): +4% di Pil in 10 anni? Se non si sbriga l’Italia resterà ai livelli ...

Per CARLO ALTOMONTE, il sistema Paese è ancora fermo al dibattito degli anni ’90, non ha ancora capito qual è la sfida globale e cosa significa confrontarsi con giganti come la Cina
24/09/2012

FINANZA/ Golden rule, project bond e venture capital, le tre armi "spuntate" di Monti

Domani il presidente del Consiglio Mario Monti proporrà al il commissario europeo agli Affari economici, Olli Rehen tre dossier per la crescita europea. Ce ne Parla Carlo Altomonte.
08/05/2012
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui