BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Interviste a: Shahid Mobeen

Nato in Pakistan nel 1975, è docente incaricato presso la facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense del corso Islam e Neoplatonismo. Dopo i primi studi universitari alla Punjab University di Lahore (Pakistan), ha completato l’iter degli studi di Filosofia presso al Pontificia Università Lateranense fino al Dottorato ottenuto con Summa cum Laude nel 2005. Ha svolto l’incarico di assistente di ricerca al Prof. Dr. J.J. Edward (Ph.D.), docente di Natural Theology, Logic and Oriental Philosophies, al National Seminary for Philosophy in Pakistan; è stato docente di English Literature, Journalism and Education ai seminaristi in Pakistan, 1994-96. Nei mesi di gennaio e febbraio 2003, ha tenuto lezioni di filosofia antropologica presso la Domus Aurelia di Roma. È assistente ordinario per la Cattedra della Storia della Filosofia contemporanea con la Prof.ssa Angela Ales Bello presso la Pontificia Università Lateranense e collabora in un progetto di ricerca sul problema filosofico del Tempo in Edmund Husserl. Allo stesso tempo è professore incaricato, da 2010, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ecclesia Mater, Facoltà di Teologia, Pontificia Università Lateranense.

TitoloData

PAKISTAN/ Mobeen: la persecuzione anti-cristiana non è mai stata così dura

Per SHAHID MOBEEN, i cristiani sono il primo gruppo religioso vittima delle persecuzioni nel mondo. Ci sono più persone uccise perché cristiane rispetto a qualsiasi altra religione
02/12/2013

RELIGIOUS FREEDOM / Shahid Mobeen: This is how schools in Pakistan teach hatred of Christians

In this interview SHAHID MOBEEN, professor at the Pontifical Lateran University, recounts his experience in Pakistani schools and examples of discrimination against Christians
04/11/2013

IL CASO/ Shahid Mobeen: così nelle scuole del Pakistan si insegna a odiare i cristiani

Secondo una recente ricerca in Pakistan i libri scolastici pongono l'uccisione dei membri delle minoranze religiose come "obiettivo formativo". Il commento di SHAHID MOBEEN
24/10/2013
Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui