BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Rino Formica

Rino Formica, nato a Bari nel 1927, membro di spicco del Psi durante la segreteria di Bettino Craxi, punto di riferimento dell'organizzazione dei quadri del Psi, fu ministro delle Finanze nel primo e nel secondo governo Spadolini, durante il governo Andreotti 1989-92 e ministro del Lavoro durante i governi Goria e De Mita. La sua carriera politica finisce con la caduta del Psi a causa di Tangentopoli. Nel febbraio del 1993, dopo le dimissioni di Bettino Craxi dalla segreteria del partito, Formica sostenne Claudio Martelli per una sua candidatura. La segreteria passò prima a Benvenuto poi a Del Turco. Alle elezioni del 1994 non venne rieletto. Nel 2003 ha fatto nascere insieme ad altri ex dirigenti del Psi un nuovo movimento politico chiamato "Socialismo è Libertà". Fortemente contrario al coinvolgimento dei socialisti nel Pd, attualmente è presidente di "Socialismo è Libertà" e ha aderito al Partito Socialista. Dopo l'assoluzione negli anni 90 per il processo Enit, nel maggio 2010 è stato assolto in formula piena, a 17 anni dagli arresti domiciliari inflittigli per il processo sui nastri trasportatori del porto di Bari.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui