BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Interviste a: Mario Mori

Mario Mori, nato a Postumia Grotte nel 1939, generale dei Carabinieri, è stato comandante del Ros e direttore del Sisde. Dopo il liceo classico Virgilio a Roma si è diplomato all’Accademia Militare di Modena. Tenente dei Carabinieri nel 1965, prima comanda una Compagnia del IV Battaglione carabinieri di Padova poi è destinato nel 1968 alla tenenza di Villafranca di Verona. Dopo tre anni al Sid di Roma e tre anni a Napoli al Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, il 16 marzo del 1978 (giorno del sequestro Moro) è nominato comandante della Sezione Anticrimine del Reparto Operativo di Roma ed è impegnato nella lotta al terrorismo. Lavora con il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Nel 1990 è tra i fondatori del Ros (Raggruppamento Operativo Speciale) dei carabinieri di cui nel 1998 diviene comandante. Il 15 gennaio 1993 l'azione di Mori e del Ros culmina nell'arresto di Salvatore Riina. Processato con l’accusa di favoreggiamento nei confronti di Cosa nostra, viene assolto nel 2006. Sostituito al Ros nel 1999, dopo due anni al comando della Scuola ufficiali carabinieri di Roma nel gennaio del 2001 diventa comandante della Regione carabinieri Lombardia, incarico che mantiene fino al 1º ottobre 2001, quando lascia definitivamente l’Arma dei Carabinieri per essere nominato prefetto e direttore del Sisde, incarico che mantiene fino al 2006. Nel 2013 è assolto dal Tribunale di Palermo dall'accusa di aver favorito la latitanza di Bernardo Provenzano.

Per gli articoli più vecchi non presenti in elenco usa il motore di ricerca Qui