BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Leggi le pagelle dei giallorossi (Bordeaux-Roma 1-3)

Segna Gourcouff, poi Vucinic segna e suona la carica, quindi due gol di Baptista

vucinic_R375_10tt08.jpg (Foto)

BORDEAUX-ROMA 1-3 (primo tempo 1-0)
 
 
MARCATORI: Gourcuff (B) al 18' p.t.; Vucinic (R) al 19', Baptista (R) al 26' e 38' s.t.
 
 
BORDEAUX (4-1-4-1): Valverde; Chalmè, Henrique, Diawara, Jurietti (33' s.t. Gouffran); Diarra; Menegazzo, Obertan (40' p.t. Planus), Gourcuff, Jussie (37' p.t. Wendel); Chamakh. (Olimpia, Ducasse, Cavenaghi, Bellion). All. Blanc.
 
 
ROMA (4-1-4-1): Doni; Cicinho, Mexes, Panucci, Riise; De Rossi; Taddei, Aquilani (18' s.t. Okaka), Perrotta, Menez (7' s.t. Baptista); Vucinic (40' s.t. Brighi). (Artur, Loria, Filipe, Montella). All. Spalletti.
 
 
ARBITRO: Mallenco (Spa).
 
 
NOTE: espulso al 36' pt Henrique (B). Ammoniti Diarra, Panucci, Taddei, Baptista, De Rossi, Chalme. Recupero: 2' p.t., 2' s.t.

 

DONI 6: La Roma non gioca bene nel primo tempo, ma il portiere brasiliano deve compiere una sola parata dopo 9' respingendo con i piedi un tiro di Jussie. Incolpevole sul gol di Gourcuff.

 

CICINHO 5,5: Jussie da quella parte nei primi 37' gli fa venire il mal di testa. Poi il francese deve uscire per infortunio. Entra Wendel e le cose vanno meglio. Nel secondo tempo il suo rendimento cresce come quello di tutta la squadra e finalmente si fa vedere qualche volta in zona d'attacco.

 

MEXES 6: Si dice che. dopo un lungo stop la prima partita la si giochi alla grande, la seconda un po' meno. Questa teoria non fa eccezione per Mexes. Nel primo tempo sbanda soffrendo la velocità dei giocatori del Bordeaux. Nella ripresa ordinaria amministrazione.

 

PANUCCI 5,5: Come sopra. Non precisissimo, non riesce a chiudere sul tiro vincente di Gourcuff, soffre maledettamente la velocità degli avanti francesi e nella ripresa si fa ammonire per un duro intervento.

 

RIISE 6: Obertan da quella parte fa paura. Il norvegese va in affanno più di una volta su quella fascia. Timido e confusionario nel primo tempo, si rifà battendo un calcio di punizione di poco a lato. Poi al 39' Blanc gli da una mano. In seguito all'espulsione di Henrique, il tecnico del Bordeaux sostituisce proprio Obertan. Nel secondo tempo si fa notare per la sua grinta, lottando su ogni pallone, intervendo spesso in svivolata in maniera comunque sempre corretta. Mancano ancora le sue proiezioni offensive.

 

DE ROSSI 6: Nel primo tempo gioca da fermo, poco incisivo, prova a rendersi utile con dei lunghi lanci. Nel secondo tempo è l'artefice del pareggio giallorosso. Il suo cross da calcio d'angolo è oro per la testa di Vucinic. Si fa ammonire per proteste.

 

AQUILANI 5: Un pesce fuor d'acqua. Quando il pallone passa tra i suoi piedi, è possesso perso da parte della Roma. Confusionario ed impalpabile. Al 62' entra OKAKA 6: Si sistema prima sulla fascia sinistra e poi fa il centravanti. Sbaglia un gol clamoroso davanti alla porta, ma il suo ingresso porta alla squadra maggior freschezza e maggiori idee di gioco.

 

TADDEI 6,5: Il brasiliano in questa partita si conferma il motore diesel della squadra. Parte male, è colpevole alla pari di Cicinho nell'occasione del vantaggio del Bordeaux, preso d'infilata da Gourcuff. Da apatico, negli ulltimi 25 minuti si trasforma in un instancabile motorino sulla fascia, aiutando anche Cicinho in fase difensiva. Il suo cross volante a servire Julio Baptista per il terzo gol della Roma è da applausi a scena aperta.

 

MENEZ 5: Serata difficile per Jeremy. Forse un po' emozionato per il suo ritorno nella terra natale, non riesce a dare sfogo ai numeri che ci avevano incantato domenica scorsa all'Olimpico. Va a sbattere sempre contro Chalmè, non dà un apporto consistente alla squadra. Sembra addirittura stanco. Al 51' è sostituito da JULIO BAPTISTA 8: Una bellezza vederlo giocare. Un sogno vederlo giocare in questa maniera. Prende sulle spalle insieme a Vucinic tutta la squadra, gioca da trequartista. Mette i muscoli in campo. Si guadagna la punizione e la trasforma per il gol del vantaggio giallorosso con una pennellata da stroppicciarsi gli occhi. All'83' firma la sua doppietta personale con un gol da attaccante puro, arrivando puntuale all'assist al volo di Rodrigo Taddei. L'esultanza sotto il settore riservato ai tifosi giallorossi è da brividi. Da stasera la Bestia è entrato nel cuore di tutti i tifosi giallorossi. Buon compleanno, Julio.

 

VUCINIC 7: Nel primo tempo non tocca un pallone. Non sempre per colpa sua per carità, la squadra ha poche idee. Ma come un gol può cambiare la prestazione di un calciatore è a delle volte sorprendente. De Rossi gli pennella un pallone perfetto, ma il montenegrino è sontuoso ad anticipare Diawara e Valverde e trovare quella torsione che permette alla sfera di finire sotto l'incrocio dei pali. Da urlo. Svaria da una parte all'altra del campo. Dalla destra serve un pallone d'oro ad Okaka in area di rigore, dalla sinistra effettua quel traversone di rara bellezza e di precisione millimetrica verso Taddei, che è la genesi del terzo gol giallorosso.  Esce stanchissimo: nel primo tempo si era anche fatto male scontrandosi con il portiere del Bordeaux Valverde esce dal campo ringraziato da Spalletti. Buon compleanno anche a te, Mirko. Dal 39' st BRIGHI ng.: Nove minuti compreso il recupero per Matteo. Partecipa alla festa giallorossa allo Chaban-Delmas.

 

fonte: laromasiamonoi.it
© Riproduzione Riservata.