BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Leggi le pagelle degli azzurri (Bulgaria-Italia 0-0)

Azzurri fermati da una Bulgaria combattiva e poco propositiva. Partita brutta con qualche acuto di De Rossi e poche occasioni da gol

derossi_naz_R375_11ot08.jpg (Foto)

BULGARIA-ITALIA 0-0



BULGARIA (4-1-4-1): Ivankov; Milanov, Iliev, Tunchev, Wagner (dal 36’ s.t. Ivanov); S. Petrov; Dimitrov, Georgiev, Yankov, M. Petrov (dal 45’ s.t. Popov); Berbatov. (Petkov, Kotev, Manolev, Lazarov, Gargorov). All. Markov.



ITALIA (4-3-3): Amelia; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Dossena; Gattuso, De Rossi, Montolivo (dal 23’ s.t. Perrotta); Pepe, Gilardino (dal 28’ s.t. Toni), Di Natale (dal 23’ s.t. Rossi). (De Sanctis, Gamberini, Bonera, Aquilani). All. Lippi.

ARBITRO: Lannoy (Fra)



NOTE: spettatori 46.000 circa. Espulsi, ammoniti Chiellini, De Rossi, Toni. Recupero 2’ p.t.; 3’ s.t.


Amelia 6: Poco impegnato, quando a fine partita viene chiamato all'opera risponde presente



Zambrotta 6
: non è più il "cavallo" di una volta ma è sempre sicuro e attento



Chiellini 6,5: la sua esuberanza fisica lo rende un elemento ormai indispensabile in questa nazionale



Cannavaro 6,5:  non perde mai la calma: attenzione, elasticità e anticipo, le doti che lo contraddistinguono sono invariate nonostante abbia superato i 30 già da qualche anno



Dossena 6,5: spinge in continuazione e si propone sempre, soprattutto nel primo tempo. La qualità non sempre è eccelsa ma voglia e polmoni sono immensi. Non per niente è titolare fisso nel Liverpool di Benitez



Montolivo 5: le qualità ci sono tutte ma, stasera come nella Fiorentina, sembra non riuscire a spiccare il volo definitivamente. Timido

Perrotta sv: più sostanza di Montolivo  ma gioca troppo poco



De Rossi 7,5: si sta ritagliano il ruolo di leader di questa nazionale. Pressa, chiude, rilancia e va al tiro, bellissimo quello nel secondo tempo da fuori area che fa gridare al gol (è il più pericoloso degli azzurri)



Gattuso 6,5: ringhia e pressa con foga come ai tempi migliori



Pepe 6: parte imbrigliato dall'ansia dell'esordio azzurro. Si disimpegna discretamente, prezioso sui calci da fermo e nella corsa, non illuminante nella trequarti avversaria



Gilardino 5: isolato e depresso nel centro dell'attacco, i compagni lo lasciano solo, lui ci prova ogni tanto a farsi vedere ma ha solo una palla buona che spreca



Toni 5: entra e si vede che vuole spaccare il mondo ma combina poco, in questo periodo non gli va bene nulla



Di Natale 5
: crea qualche pericolo nel primo, ma ci si aspetta di più da lui, soprattutto perché gioca nel suo ruolo naturale: attaccante di sinistra nel 4-3-3. Non brilla



Rossi 5,5: entra e regala subito un'incursione fulminea delle sue. Poi in pratica sparisce

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
12/10/2008 - Per restare in tema.. (Giuseppe Crippa)

Anche a me le “ribollite” non piacciono, ma ormai Lippi ce lo dobbiamo tenere fino al Mondiale. Piuttosto non dimentichiamo che nel 2010 gli attuali “under 21” avranno due anni in più: non solo Giuseppe Rossi, ma anche Giovinco, Balotelli, Acquafresca e soprattutto Marchisio e Cigarini meriterebbero una chance, che purtroppo Lippi certamente non concederà.

 
12/10/2008 - lippi (Giorgio Vittadini)

Cambiate Lippi: è bollito e bolso