BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI JUVE/ Luciano Moggi: «Amauri acquisto superfluo. I bianconeri lotteranno per il terzo posto»

LUCIANO MOGGI spiega a ilsussidiario.net il momento no della Juventus: una campagna acquisti sbagliata, Amauri è pagato troppo, conveniva tenere Mutu. I bianconeri lotteranno con Fiorentina e Roma per il terzo posto

moggi-telefono-R375-20set08.jpg (Foto)

Una campagna acquisti non azzeccata con un centrocampo di faticatori e l’acquisto superfluo di Amauri. Uno spogliatoio in cui parlano in troppi. Gli infortuni di Buffon e Trezeguet. Sono queste le tre linee guida del Moggi pensiero sulla crisi della Juve. In questa intervista concessa in esclusiva a il sussidiario.net l’ex direttore generale dei bianconeri fa la diagnosi della patologia che ha colpito la Juventus.



Crisi Juve: a chi si possono attribuire le colpe maggiori?


La campagna acquisti non è stata azzeccata perché ha costruito un centrocampo di faticatori con Sissoko e Poulson senza uomini che possano dettare il passo alla manovra. E, inoltre, l’acquisto di Amauri è stato superfluo.



Superfluo?


Sì, superfluo per la spesa. La società aveva Mutu che avrebbe potuto segnare lo stesso numero di gol. Con Mutu avrebbero risparmiato 25 milioni di euro, che potevano essere investiti in un centrocampista e in un difensore di classe.

 


Adesso a Torino chi prende le decisioni?


Non so chi dà l’input per la campagna acquisti. Comunque, come ho già ribadito più volte, la Juve anche senza infortuni è inferiore al valore del Milan e dell’Inter. Lotterà per il terzo posto con la Fiorentina e la Roma, anche se i giallorossi hanno sbagliato tutto in attacco.

 


Nelle ultime due gare Ranieri è andato in confusione, cambiando il modulo collaudato. Può essere il segno di un allenatore che si sente sempre più insicuro?


Mi sembra che Ranieri sia abbastanza sostenuto dalla società, poi non so se sia solo un atteggiamento di facciata.
I bianconeri possono uscire da questa situazione?
La Juve sta attraversando un momento delicato, ma sa fare di meglio. Sta affrontando una crisi di rendimento con molti giocatori fuoriforma. Certo l’infortunio di Buffon ha pesato.

 


Dall’esterno sembra di vedere anche una sorta di spaccatura: Buffon se la prende con i compagni, Del Piero sibillino… Chi comanda?


Non so. Parlano in troppi, questo sì, e così si crea solo confusione. Ma non darei la colpa a tutto questo. Bisogna tenere in considerazione anche gli infortuni di Camoranesi e in particolare quelli di Buffon e Trezeguet.

 


La decisione di affidare la squadra a Ranieri da chi fu presa? Forse non c’era l’unanimità…


Bisognerebbe chiedere al presidente. Il resto sono solo chiacchiere che si leggono sui giornali.
 

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
15/10/2008 - the big luciano (maurizio amorese)

volevo inoltre aggiungere che juventus cosi forti non ce ne saranno più non solo come squadra ma anche come società........

 
14/10/2008 - forza moggi (maurizio amorese)

io penso solo che la juve si trova in questa situazione solo perchè non abbiamo più il grandissimo luciano moggi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
13/10/2008 - crisi juve (davide giuliani)

ovvio che moggi non può tornare..in b ci siamo stati per le sue telefonate...però ha più senno ed esperienza lui da solo che tutti quelli che ci sono in società ora, sopratutto visto quest'anno!!

 
13/10/2008 - Ridateci Moggi (MICHELE GRILANDA)

Ridateci Moggi, uno dei più grandi intenditori di calcio di tutti i tempi.