BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INTER/ Ibra giura amore eterno: sarò il capitano dei nerazzurri

Zanetti giocherà ancora a lungo ma in futuro voglio la fascia di capitano dell'Inter. Zlatan Ibrahimovic studia da leader

Ibrahimovic_R375_13ott08.jpg (Foto)

Ha provato l'ebrezza della fascia di capitano nella partita contro il Portogallo. Proprio lui, lo “zingaro”, figlio di immigrati bosniaci, ha guidato con la fascia di capitano il suo paese d'adozione, la Svezia, nella sfida per le qualificazioni conto il Portogallo di Cristaino Ronaldo, l'uomo che probabilmente gli finirà davanti nella corsa per il pallone d'oro. Poco importa se la partita è finita 0 – 0 e se Ibra salterà per squalifica la sfida in casa dei lusitani. La fascia di capitano è un passo determinante nella carriera di un giocatore, perché più di ogni altra cosa rappresenta la leadership all'interno di una squadra. E Ibrahimovic, lo zingaro, è un leader nato, e ora che si sta liberando da tutti quei comportamenti dentro e fuori dal campo che lo rendevano inaffidabile, vuole puntare a fare il capitano anche nell'Inter. «Io sono sincero e dico che sarei davvero orgoglioso di indossare la fascia nel mio club – ha spiegato Ibra alla Gazzetta dello Sport -, mi piacerebbe tantissimo essere il capitano dell'Inter». Una dichiarazione dì'amore non indifferente per uno che è sempre stato considerato un mercenario.Tra i nerazzurri però c'è già “il” capitano, è Javier Zanetti che, come lo stesso Ibrahimovic ammette: «può continuare a giocare a lungo». Intanto Moratti avrà di certo accolto con piacere la dichiarazione d'amore della sua superstar.

© Riproduzione Riservata.