BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ Verso Roma-Inter: Totti in forse, Balotelli spera

Il posticipo della settima giornata vede affrontarsi le due squadre protagoniste dell'ultima stagione in quella che ormai è una super classica del calcio italiano

Perrotta_zanetti_R375_17ott08.jpg(Foto)

La settima giornata di andata propone come gara di cartello quella che oramai è diventata una super classica del calcio italiano. Domenica sera Roma e Inter si riaffrontano per la seconda volta in stagione, dopo la Super Coppa Italiana vinta ai rigori in agosto dai neroazzurri. Tra campionato, Coppa Italia e Super Coppa sono davvero tante le volte in cui le due squadre negli ultimi anni si sono trovate faccia a faccia, dando luogo a gare sempre intense. L'anno scorso l'ultimo confronto è finito in parità, con il gol di Xavier Zanetti nei supplementari, tassello fondamentale per la conquista di uno scudetto che sino a mezz'ora dalla fine stava viaggiando verso Roma. All'andata tutta un'altra muscca, con i neroazzurri a mani basse all'Olimpico.

Ed è quello che Mourinho spera possa accadere anche questa volta, visto il momento non particolarmente felice della squadra di Spalletti, che è priva anche di Panucci e Mexes, squalificati. Ma l'uomo che i giallorossi sperano di poter recuperare è Francesco Totti, capitano e amuleto nelle sfide contro l'Inter, viste le molteplici e sempre splendide reti segnate ai meneghini in diverse occasioni. Se non dovesse farcela, Vucinic è pronto: «Ho sbagliato un goal contro l’Italia - ha detto il montenegrino in riferimento alla gara disputata contro gli azzurri per la qualificazione ai mondiali -, l’ho tenuto per domenica….».

Scalpita anche Aquilani, desideroso di bissare col suo club l'ottima prestazione offerta con la nazionale, corredata da due reti. Una doppietta azzura, come quella di Balotelli, che ha speranze di essere della partita: «In realtà - fa notare il romano - con gol di Vucinic siamo 3-2 per noi». Tra le tante sfide nella sfida c'è quella dell' ex Mancini, lasciatosi in maniera non proprio idilliaca con la piazza giallorossa. E poi lo scontro "a distanza" tra i due estremi difensori brasiliani, Doni e Julio Cesar: «Da quando sono in Italia - ha detto il numero uno interista - è una partita che ho giocato già tante volte, tra mille emozioni. E' una gara spettacolare, in questi anni probabilmente il confronto più vissuto di tutta la serie A».

© Riproduzione Riservata.