BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

La Roma crolla. Leggi le pagelle dei giallorossi (Roma-Inter 0-4)

Non possono bastare le assenza come giustificazioni. La Roma crolla sotto il peso dell’Inter

totti_muntari_R375_19ott08.jpg(Foto)

Non possono bastare le assenza come giustificazioni. La Roma crolla sotto il peso dell’Inter, che si conferma a suo agio all’Olimpico. Fra i giallorossi, l’unica nota positiva arriva dal recupero di Totti, in campo dal primo minuto




ROMA-INTER 0-4 (primo tempo 0-1)



ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Juan, Loria, Riise, De Rossi, Aquilani, Perrotta (85’ Brighi), Taddei (70’ Okaka), Vucinic, Totti (69’ Menez). All. Spalletti.
INTER (4-3-3): Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Chivu, Zanetti, Stankovic (78’ Dacourt), Cambiasso, Muntari, Quaresma (68’ Mancini), Ibrahimovic (82’ Cruz), Obinna. All. Mourinho.
ARBITRO: Rizzoli
MARCATORI: 5’ e 47’ Ibrahimovic, 54’ Stankovic, 56’ Obinna
AMMONITI: Vucinic, Chivu



Doni 5 Sul primo gol di Ibrahimovic cerca un’uscita improbabile e viene beffato dal più classico dei pallonetti. Raccoglie quattro volte la palla in fondo al sacco. Avrebbe preferito una serata diversa, ma forse senza Mexes e Panucci poteva aspettarselo
 

Cicinho 5 Sbaglia il movimento nell’azione che innesca la prima rete di Ibra. Si fa notare in alcune percussioni offensive, ma in difesa non aiuta i compagni di reparto. Si mangia un gol dopo una buona azione con Perrotta: sfortunato nella ribattuta dopo la parata di Julio Cesar
 

Juan 5,5 Si prende sulle spalle un intero reparto. La responsabilità è tanta. Qualche buon intervento, ma anche qualche rischio con un tiraccio che per poco non si trasforma in autogol. Sulla rete di Obinna si fa trovare impreparato come il più inesperto fra i difensori
 

Loria 5 Sperde il duello con Ibra anche perché lo svedese è troppo mobile rispetto alla staticità del difensore giallorosso. Non trova punti di riferimenti e, inoltre, sbaglia l’intervento che dà il via libera al secondo gol e soprattutto chiude la gara
 

Riise 5,5 Lotta, s’impegna, ma non può bastare. L’esterno sinistro non è quasi mai in sintonia con i compagni sia in fase difensiva che in attacco, dove spesso e volentieri si sgancia ma non viene servito. Da segnalare una bella punizione respinta da Julio Cesar
 

De Rossi 5 Doveva essere lo schermo difensivo, ma lascia troppo spesso sguarnita la zona mediana del campo. Si fa travolgere dalla foga di cercare il pareggio. Fumoso e stressato
 

Aquilani 5 Febbricitante non ripete la prova della nazionale. Prova qualche inserimento, ma nulla di più. Unica nota positiva un missile spedito in calcio d’angolo dal portiere nerazzurro
 

Perrotta 5 Impalpabile. Segna una rete in fuorigioco: l’unico lampo di una gara da spettatore
 

Taddei 5 Zanetti lo chiude bene. Non salta mai l’uomo e non aiuta nei recuperi
 

Vucinic 5,5 Corre a destra e a sinistra sprecando molte energie. L’unico in grado di poter dialogare con Totti
 

Totti 6 Il voto è per il rientro e per qualche lampo. Le sue giocate in altre serate sarebbero servite a favorire gli inserimenti dei centrocampisti. Contro l’Inter non c’è partita e il capitano si deve accontentare di guardare il bicchiere mezzo pieno, cioè il recupero dall’infortunio al ginocchio
 

Menez 5 Resta un oggetto misterioso. Entra a risultato già compromesso e assiste al dominio nerazzurro
 

Okaka 5 Mossa della disperazione di Spalletti. Non ha ancora fatto vedere le caratteristiche che l’hanno contraddistinto nelle squadre giovanili
 

Brighi sv Pochi minuti per Perrotta

© Riproduzione Riservata.