BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GENOA/ Preziosi: ormai non siamo più una cenerentola

Preziosi si gode il punto d'oro conquistato a San Siro e traccia la linea per la stagione: l'obiettivo è finire tra il quinto e il nono posto

preziosi_gasperini_R375x255_23ott08.jpg(Foto)

Continua a sorprendere il Genoa di Gasperini che, dopo le grandissime prestazioni in casa, che hanno fatto cadere Milan, Roma, Napoli e Siena, ottiene anche il primo punticino in trasferta, ma che vale oro visto l’avversario. Ed il “day after” Preziosi lo vive godendosi la propria squadra e complimentandosi con giocatori e allenatore. Il patron del Grifone, inoltre, afferma come questo pareggio gli “costerà” un bel premio per i calciatori, premio che però in questi casi è davvero dovuto: «Mi costa, mi costa... Ogni volta che entro negli spogliatoi dopo una partita del genere sento sempre una sola richiesta: un premio», ha spiegato con ironia il numero uno rossoblu, ai microfoni dell’emittente Radio Anch’io Lo sport. «In situazioni del genere, di grande euforia, si riesce sempre a strappare una promessa al presidente – continua Enrico Preziosi - ma ne vale la pena, dopo certe prestazioni non si fa fatica ad elargire un premio. abbiamo affrontato una squadra importante come l'Inter senza nessuna paura e se fossimo rimasti in undici avremmo potuto pensare anche a qualcosa di più. Comunque un punto a San Siro per noi è tanta roba». Ma il presidente non vuole sentir accostare la parola Cenerentola a questo Genoa, club che ha un progetto serio e che quest’anno punta ad un obiettivo preciso: «Il Genoa non è una Cenerentola, è una realtà che ha un obiettivo preciso: essere stabilmente nella parte sinistra della classifica per non essere invischiato nella lotta per non retrocedere – ha affermato con chiarezza il numero uno del Grifone - poi se arriviamo quinti o noni per me va bene uguale. Ma certo dobbiamo fare ancora qualcosa di importante e di bello per cercare di dimenticare davvero tutte quelle cose brutte che il calcio ha riservato in questi ultimi anni al Genoa. E io mi impegnerò per questo». Mercoledì sera a Genova ci sarà il Cagliari e il Grifone vorrà continuare a mantenere le mura domestiche inviolate.

© Riproduzione Riservata.