BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Cristiano Ronaldo: «Ho detto no al Real Madrid per Ferguson»

Il campione del Manchester lancia messaggi di stima al suo allenatore, ma racconta che qualcosa si è rotto: «Non sopporto più la stampa inglese»

Ronaldo_Cristiano_R375_15ott08.jpg(Foto)

Doveva essere già a Madrid da settembre con addosso la mitica "camiseta blanca" del Real, ma così non è stato. Cristiano Ronaldo infatti, ha deciso di rimanere a Manchester, fedele ai colori dello United. Ed a quasi due mesi dalla chiusura del mercato estivo, il campione portoghese, tra l'altro insiginito proprio ieri del Fifpro, premio assegnato al miglior giocatore del mondo dai colleghi, ha voluto confessare il vero motivo del suo mancato approdo a Madrid: «Sir Alex è sempre stato una grande ispirazione per me, sono qui per lui - spiega Ronaldo - quando mi ha visto giocare con la maglia dello Sporting Lisbona contro il Manchester United ha subito creduto in me. Ho imparato moltissimo da lui e continuo ad imparare. È un grande tecnico ed ovviamente Ferguson è stato un fattore decisivo perchè restassi quest'estate, e ora la mia testa è solo allo United. Voglio vincere la Premier League e la Champions League un'altra volta». Cristiano Ronaldo però, confessa che qualcosa si è rotto fra lui, i tifosi ed i media inglesi, e forse proprio per via delle voci di mercato della scorsa estate: «Se rido mi criticano perchè rido, se non rido mi criticano ugualmente - confessa stizzito il portoghese - la gente scrive sempre di me, ma è un loro problema, a me non interessa. Voglio solo giocare bene e vincere. Sono concentrato sulla mia carriera». Infine uno sguardo al futuro: «Sono un calciatore ambizioso e anche se so perfettamente che lo scorso anno è stato magnifico voglio sempre migliorare - dice Ronaldo - la mia priorità non è segnare tanti gol ma giocare bene per la squadra e dimostrare a me stesso che sono un buon giocatore». E fra pochi mesi l’attaccante del Manchester potrebbe ottenere il Pallone d’Oro e giocarsi la Coppa del mondo per club, a coronamento di un 2008 davvero fantastico.

© Riproduzione Riservata.