BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIO/ Diego Armando Maradona nuovo ct dell'Argentina

Il Pibe de Oro sostituirà il dimissionario Basile: l'11 febbraio contro la Francia il debutto sulla panchna

Maradona_R375_29ott08.jpg (Foto)

Era solo questione di tempo perchè il più importante giocatore della storia del calcio argentino diventasse commissario tecnico della Seleccion. E visto il momento non particolarmente esaltante della nazionale albiceleste, sono maturate le condizioni perchè la cosa si concretizzasse: Diego Armando Maradona siederà sulla panchina della Nazionale argentina. L'annuncio lo ha dato lo stesso ex Pibe de Oro, subito dopo un incontro con Julio Grondona, presidente della federcalcio: «Sceglierò io la squadra», ha detto l'ex numero 10 del Napoli ad alcuni media sudamericani, confermando che la federcalcio ha approvato il suo progetto.

Grondona ha condotto in prima persona la ricerca del nuovo c.t. dopo le dimissioni di Alfio Basile lo scorso 17 ottobre. A guidare l'Argentina nell'amichevole con la Scozia del prossimo 19 novembre sarà Sergio Batista, con Maradona che seguirà la squadra solo per prendere contatto col gruppo. Il debutto ufficiale sulla panchina della Seleccion per l'ex Pibe de Oro è previsto per l'11 febbraio in casa della Francia. Carlos Bilardo, tecnico dell'albiceleste ai Mondiali 1986, quella della Mano de Dios e del "gol del secolo" all'Inghilterra sarà al fianco dello "scugnizzo". Nello staff dovrebbe esserci anche Pedro Troglio, ex giocatore di Lazio, Verona e Ascoli e vice-campione del Mondo con la Seleccion a Italia '90, che avrà la funzione di direttore tecnico. Uno dei preparatori atletici sarà Fernando Signorini, per una squadra che avrà l'impronta della generazione vincente di fine anni Ottanta e inizio anni Novanta.

«Ho pensato di essere su candid camera - ha rivelato l'ex Pibe de Oro -. Poi Julio mi ha assicurato che erano state limate le differenze con Carlos (Bilardo, ndr) mentre io ero in Georgia e questo mi ha dato tranquillità, perché se loro erano d'accordo tutto sarebbe stato più facile. Per quello che mi ha detto, Julio non ha mai considerato di scegliere un altro allenatore. Ancora non sono il c.t., però potrebbe essere un fantastico regalo di compleanno».

© Riproduzione Riservata.