BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Siena-Roma, curiosità e probabili formazioni

Pubblicazione:

Domenica 5 Ottobre la Roma sarà di scena allo Stadio Artemio Franchi per giocarsi gli ultimi tre punti prima della lunga sosta dovuta agli impegni delle nazionali. Saranno tre punti importantissimi quelli della 6° giornata del Campionato di Serie A; contro il Siena i giallorossi saranno chiamati a confermare il bellissimo secondo tempo contro i francesi avvenuto mercoledì scorso a Bordeaux. La formazione toscana arriva a questo incontro con una serie di 3 partite senza vittoria: lo score nelle prime 5 giornate parla di una sola vittoria (20 %) contro il Cagliari nella seconda giornata, due pareggi (40 %), conquistati contro Lecce e Sampdoria, e due sconfitte (40 %), l’ultima delle quali subita la scorsa settimana contro l’Udinese per 2 a 1. Sono 5 i punti conquistati in 5 incontri e quattro le reti subite, come quattro sono quelle segnate (0.80 Media gol a partita). Durante le sue 211 partite giocate nella massima serie italiana, sono state 47 (22 %) le vittorie, 80 i pareggi (38 %) e 84 (40 %) le sconfitte.

A Siena Daniele De Rossi arriverà, qualora scendesse in campo, a quota 160 presenze con la maglia giallorossa. Il ragazzo di Ostia, nato il 24 Luglio 1983 sin dall’inizio della sua carriera appare un predestinato: esordisce in Champions League il 30 Ottobre 2001 contro l'Anderlecht, a soli 18 anni, e due anni più tardi, il 25 Gennaio 2003, Fabio Capello gli darà la soddisfazione della prima presenza in campionato durante la partita Como-Roma. Sono 18 (1 ogni 703 minuti) le sue reti nel campionato italiano (1 quest’anno) in 12.650 minuti giocati durante le sue 7 stagioni in Serie A. La prima gara da titolare avvenne nello Stadio Olimpico, il suo stadio, il 10 Maggio 2003, contro il Torino, quel giorno vide esultare e gioire la Curva Sud per la prima volta dopo un suo gol. Sono passati 5 anni ed è diventato, come dice Marcello Lippi (con cui ha vinto una Coppa del Mondo) uno dei centrocampisti più forti d’Europa e sarà il destinatario della fascia di capitano quando, in un futuro lontano, Totti smetterà con il gioco del pallone.

La Roma, dunque, gioca in trasferta, e quest’anno non è di certo una bella notizia per i colori giallorossi; infatti lontano dallo stadio di casa sono 6 le reti subite da Doni in 2 partite e solamente 2 i gol realizzati (Baptista a Palermo e De Rossi a Genova). I numeri giallorossi parlano di due vittorie (40 %) un pareggio (20 %) e due sconfitte (40 %) entrambe subite lontano da Roma. Sono 8 (1.60 media gol a partita) le reti segnate e 7 (1.40 media gol a partita) quelle subite. Panucci e Aquilani sono i goleador in campionato con 2 reti, attendendo il ritorno di Totti, aspettando che Vucinic trovi la continuità e che la Bestia Baptista si confermi quello visto nella mezzora di Champions.

Sono 21 le reti giallorosse (2,10 media gol a partita) e 9 quelle subite (0,90 media gol a partita) nei 10 precedenti in campionato fra le due formazioni (dati relativi ai campionati a girone unico); 6 (60 %) le vittorie della Roma, un (10 %) solo pareggio (avvenuto proprio 5 anni fa, era il 5 Ottobre 2003 e la gara finì a reti bianche. Capello era seduto sulla panchina giallorossa) e 3 (30 %) i match in cui la squadra toscana ha conquistato i 3 punti, l’ultimo dei quali è avvenuto il 3 Febbraio 2008, quando Vergassola, (con il suo gol al 12° minuto di gioco è il giocatore piu’ veloce a lasciare la sua marcatura) un autogol di Tonetto e Frick sancirono il 3 a 0 finale. Il giocatore del Liechtenstein è anche l’ultimo marcatore nelle sfide fra le due squadre.
Nella città del Palio, invece, i precedenti sono 5, e non è mai uscito lo stesso risultato (0-0, 0-4, 0-2, 1-3, 3-0); sono 3 le vittorie giallorosse (60 %) in terra toscana, un pareggio (20 %) e una sconfitta (20 %) rimediata lo scorso campionato. Sono 9 le reti segnate dalla Roma all’Artemio Franchi (1,80 media gol a partita) e 4 quelle subite (0,80 media gol a partita) di cui tre nell’ultimo incontro, che è ricordato come la vittoria senese più larga in questi 5 anni di sfide. L’ultima vittoria giallorossa invece risale al 17 Settembre 2006 e finì 1 a 3 con i gol nel secondo tempo di Taddei, Pizarro ed Okaka; per il Siena accorciò Frick, che è il calciatore più prolifico nelle sfide, insieme a Totti e Montella, a quota 2 gol. Lo stesso aeroplanino è stato il primo marcatore in assoluto in data 28 Novembre 2004, quando al 14esimo e al 24 del secondo tempo iniziò la goleada giallorossa, conclusa al 26esimo e 46esimo da Totti. I due giocatori sancirono la vittoria più larga della storia delle sfide fra le due società.

Ma c’è una curiosità: la prima sfida in assoluto fra le due formazioni in Toscana risale alla stagione 1945/1946, quando il Siena partecipò al campionato misto serie A/B. La Roma riuscì a vincere con in gol di Krieziu; era il 3 Febbraio 1946 e la Seconda Guerra Mondiale era finita da poco.

Curci, Barusso, Kharja, Galloppa ed Eleftheropoulos sono i cinque giocatori della rosa del Siena che hanno giocato con la maglia giallorossa. Sono 3, invece, gli ex di turno che militano nella squadra della Capitale: Arthur, Loria e Taddei.

I precedenti tra Spalletti e il tecnico del Canton Ticino Giampaolo sono soltanto 3 e tutti nella massima serie italiana. Lo score pende dalla parte del tecnico svizzero; sono 2 infatti le sue vittorie (66,67 %) contro una sola (33,33 %) dell’allenatore di Certaldo, avvenuta il 30 Ottobre 2005 tra Roma ed Ascoli, finita 2 a 1 grazie ai gol di Panucci e Mexes. Proprio il tecnico della Roma affronterà per l’undicesima volta la squadra toscana: in 5 anni di sfide sono state 6 le vittorie (60 %) di Spalletti, 3 le sue sconfitte (30 %) e 1 (10 %) pareggio, avvenuto tra Udinese e Siena il 23 Novembre 2003.

Il fischio di inizio del match è alle ore 15,00 e sarà affidato ad Andrea De Marco. Per il direttore di gara di Genova sarà la 44esima (terza in questa stagione) gara in Serie A: 23 sono le partite finite con il segno 1 in schedina sotto la sua direzione (53.49 %), 14 quelle in parità (32.56 %) e 6 gli incontri in cui, dopo il suo triplice fischio finale, ad esultare è stata la squadra che giocava fuori casa (13.95 %). Undici sono i rigori concessi (di cui 2 contro la Roma) e 17 i cartellini rossi sventolati. I precedenti dell’arbitro internazionale con i giallorossi  sono soltanto 2, ed il bilancio è in parità: una sconfitta ed una vittoria, conseguita proprio in un Siena-Roma di due anni fa finito 1 a 3. Cinque invece sono gli incontri diretti contro il Siena: 2 vittorie (40 %), un pareggio (20 %) e 2 sconfitte (20 %).

Domenica 5 Ottobre nessun giocatore giallorosso festeggerà il compleanno, ma speriamo che ad esultare sia tutta la squadra della Roma al completo per la prima vittoria in trasferta e la seconda consecutiva in campionato, prima della sosta dovuta alle qualifiche per i Mondiali africani. Il campionato riprenderà Domenica 19 Ottobre, lo Stadio Olimpico sarà quello delle grandi occasioni: a Roma arriverà l’Inter Campione d’Italia (romanwes).

Nel Siena Frick e Calaiò si giocano il posto di spalla a Maccarone, Forestieri probabilmente indisponibile (influenza).

Nella Roma torna De Rossi e forse anche Juan, più difficile il recupero di Pizzarro. Vucinic ha preso una botta contro il Bordeaux ma dovrebbe comunque giocare.

Siena, Stadio Artemio Franchi, domenica ore 15

Probabili formazioni

SIENA (4-3-1-2) Curci; Rossettini, Ficagna, Portanova, Rossi; Vergassola, Codrea, Galloppa; Kharja; Maccarone, Frick. All. Giampaolo

A disposizione: Jaakkola, Del grosso, Del Prete, Coppola, Barusso, Ghezzal, Calaiò

Indisponibili: Belmonte, Eleftheropoulos, Brandao, Sansone, Moti, Forestieri

ROMA (4-2-3-1) Doni, Cicinho, Mexes, Panucci, Riise; De Rossi, Aquilani; Taddei, Perrotta, Vucinic; Baptista. All. Spalletti

A disposizione: Arthur, Loria, Juan, Brighi, Okaka, Menez, Montella

Indisponibili: Totti, Tonetto, Cassetti, Pizzarro

 

 

 

 



© Riproduzione Riservata.