BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

JUVENTUS/ Iaquinta - Amauri: coppia d'attacco per allontare le critiche

Domani la Juve sfida al Comunale il Palermo dell'ex Miccoli. In attacco Amauri Iaquinta per vincere e allontanare le critiche

iaquinta4_R375x255_4ott08.jpg(Foto)

Con il Palermo per ripartire. La Juve domani all’Olimpico riceve i rosanero di Ballardini per tornare al successo. Gli uomini di Ranieri sono reduci da tre pareggi consecutivi (Catania, Samp e Bate Borisov), un po’ troppi per una compagine che vuole puntare a tagliare traguardi ambiziosi. Ad onor del vero le tre gare in questione hanno avuto degli sviluppi diversi. Con il Catania l’undici bianconero non ha avuto la bravura di chiudere una partita dominata per lunghi tratti; a Genova un pareggio ci può stare (è stata fermata anche la corazzata Inter), mentre in Champions i primi venti minuti devastanti hanno compromesso il match, rimesso in carreggiata da una doppietta di Iaquinta. Per la legge del turn over toccherà proprio alla coppia Iaquinta-Amauri sfondare il muro palermitano. Non sarà facile perché Ballardini è un tecnico che studia molto bene l’aspetto tattico. La spina nel fianco sarà l’ex Miccoli, che con quattro reti è il miglior bomber dei siciliani. Contro il Bate Borisov il reparto difensivo ha dimostrato di subire molto l’assenza di Legrottaglie, ma è vero altresì che forse questo è dovuto anche una condizione non ottimale di Chiellini. Per il resto Ranieri deve avere più coraggio, lo stesso coraggio che gli chiedono i tifosi della Vecchia Signora sui blog. Nell’arco ha alcune frecce da lanciare e l’avarizia nella disposizione dei giocatori non è contemplata. Non è ammissibile che la Juve, come contro la Samp, faccia un solo cambio durante i 90’. Per fortuna il tecnico ha trovato lo spazio per lanciare Giovinco, acclamato a gran voce in campo da tutta la stampa. Come aveva anticipato Zaccheroni a ilsussidiario.net Ranieri ha in mente in alcuni frangenti di utilizzarlo a sinistra al posto di Nedved o, come contro i bielorussi, a destra con l’accentramento di Camoranesi.

© Riproduzione Riservata.