BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAZIONALE/ Montolivo: Prandelli non andrà alla Juventus. Grazie Lippi per la stima

Riccardo Montolivo è certo che Cesare Prandelli non andrà alla Juventus. E da Coverciano ringrazia Marcello Lippi per gli attestati di stima nei suoi confronti

montolivonazionale_R375x255_091008.jpg (Foto)

«Prandelli è troppo legato a Firenze e al Giglio per lasciare la Fiorentina». Parole e musica di Riccardo Montolivo, direttamente dal ritiro della Nazionale a Coverciano. «Credo siano assolutamente fantacalcistiche le voci che vogliono il mister diretto verso Torino, sponda Juventus. Non riesco ad immaginarlo davvero in bianconero». Una battuta su passato e presente" della Fiorentina: Toni e Mutu. «Luca parla già bene il tedesco, anche se non ci ho mai parlato di Bayern in questi giorni, ora abbiamo la testa alla Nazionale. La sua crisi? Ha grande forza interiore e carattere, la supererà presto. Mutu? Tutte chiacchiere e voci senza fondamento su di lui...». Su Gilardino. «E' un grande giocatore, si è inserito subito bene, con umiltà, si sta facendo valere a suon di gol». Lo Scudetto? «E' un obiettivo lontano, prima centriamolo e poi parliamone...». Contro il Montenegro, una "rimpatriata" con Jovetic. «Non gliene ho ancora parlato a Lippi, prima viene la Bulgaria e vogliamo vincere entrambe le gare». Sul Borgonovo Day. «E' stata una serata emozionante, l'apice è stato il passaggio di Stefano sotto la Fiesole. E' una malattia tremenda, noi calciatori dobbiamo essere in prima linea per combatterla. Credo che una percentuale dello stipendio da donare alla ricerca sia un primo, piccolo passo necessario». Sulla Nazionale. «Mi sto allenando bene, posso giocare in tutte e tre le posizioni e con tutti i compagni, Sono contento di essere qua, e dico grazie ancora una volta a Lippi per i messaggi che mi ha mandato negli ultimi tempi».

 
(Fonte firenzeviola.it)
© Riproduzione Riservata.