BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Franco Lauro analizza la decima giornata. Attenta Inter il Milan è pronto per la vetta. Juve- Roma è da 1X2

Franco Lauro conduttore di 90° minuto analizza la decima giornata di Serie A. Nessun pronostico per Juve-Roma e lancia il Milan. Per i rossoneri domenica sera ci potrebbe essere l'arrivo del primato in classifica

Franco-lauro_R375x255_120908.jpg (Foto)

Franco Lauro, il conduttore della popolare trasmissione 90° minuto, in questa intervista concessa in esclusiva a ilsussidiario.net analizza la decima giornata di campionato. Il big match è senza dubbio Milan-Napoli con i rossoneri favoriti così come l’Inter attesa dal riscatto a Reggio Calabria. Spettacolari e ricche di gol le sfide Lazio-Catania e Udinese-Genoa. Aperta a qualsiasi risultato Juve-Roma. Di una cosa Lauro è convinto: a gennaio si verificheranno molti scambi con una finestra di mercato molto vivace

L’Atalanta ha perso contro la rabbia e la furia del Toro e di contro trova una squadra solida che non può permettersi troppi passi falsi. Sarà una partita da pareggio

In casa emiliana è tornata di moda la panchina traballante di Arrigoni dopo il ko con la Juve. Evidentemente non era bastata la vittoria di carattere con tanto di dedica per il proprio mister. Ha perso sì con la Juve, ma con una Juve piena di rincalzi. Tutte e due le compagini hanno la necessità di fare punti, la gara potrà essere decisa dagli episodi perché è troppa la paura di sbagliare

La superpartita di qualche anno fa. Le condizioni precarie di Totti hanno influito non poco sull’andamento in campionato della Roma e, mi verrebbe da dire, anche sulla campagna acquisti: si pensava, infatti, di averlo a disposizione prima e per più gare. Totti non è solo il fulcro del gioco, è qualcosa di più. La Juve viene da tre vittorie consecutive con Ranieri che sembra avere ritrovato il controllo pieno dell’ambiente e della squadra. Sarà la giornata dei responsi: la Juve vuole restare agganciata al treno Champions, la Roma che recupera Mexes e propone Menez cerca almeno un punto per muovere la classifica. Si tratta di una gara che sfugge ai pronostici

La Lazio ha accantonato l’ottobre nero ma affronta il calcio camaleontico di Zenga: l’uomo ragno grazie anche all’esperienza all’estero è diventato un tecnico di livello, capace di cambiare modulo e atteggiamento tattico in corsa. La partita garantisce spettacolo ed emozioni. Il Catania ha perso contro un’Udinese in forma straordinaria. Si affrontano una squadra che segna molte reti (anche se Zarate si è un po’ appannato, forse soffre la pressione di Rocchi) e una che prima della sfida con l’Udinese aveva la migliore difesa

Il big match della decima giornata. Per i campani è il secondo esame importante dopo quello fallito a Lisbona in Coppa Uefa. Il Napoli è una squadra duttile che con il centrocampo a 5 riesce a nascondere i possibili difetti difensivi. Davanti ha tre attaccanti sguscianti, fra questi Lavezzi, in grado di inventare giocate in ogni momento. Il Milan ha riscattato l’inizio opaco. Ha giocatori di grande classe, deve solo ritrovare ancora il miglior Sheva. Ha recuperato Ronaldinho, Pato è in crescita e Inzaghi è sempre pronto. Gattuso è tornato sui suoi livelli e paradossalmente con l’infortunio di Pirlo ha ritrovato l’equilibrio, rielaborando anche la posizione di Seedorf. La possiamo considerare l’anti Inter per eccellenza. Domenica sera potrebbe essere in testa alla classifica

Non è finito il ciclo di Ballardini, uno dei migliori tecnici in circolazione. I rosanero hanno la qualità per vincere la gara; il Chievo è un po’ in sofferenza con un organico non all’altezza. Si parla anche di un possibile esonero di Iachini

Nella conferenza stampa Mourinho è sembrato molto tranquillo, a differenza di Spalletti che a Trigoria ha fatto una conferenza infuocata. Resta fuori Adriano, mentre sarà recuperato Cruz, troppo importante per la squadra. In trasmissione domenica abbiamo lanciato il sondaggio sull’Inter di Mancini e sull’Inter di Mourinho. Con il tecnico portoghese l’Inter ha meno punti, ha fatto meno reti e ha perso il primo posto. La partita con la Reggina sulla carta sembra comoda soprattutto se i calabresi sono quelli visti all’opera al San Paolo

La Samp ha il vantaggio di non aver praticamente giocato all’Olimpico, mentre il Torino ha dovuto correre fino alla fine per avere la meglio sull’Atalanta. Il recupero di Bellucci e la ritrovata vena da uomo assist di Cassano possono fare la differenza

Il derby è aperto a qualsiasi risultato. Il Siena non ha grandi ambizioni, mentre la Fiorentina ha dimostrato di tenere testa all’Inter senza Mutu e Gilardino

Una partita spettacolo. Il Genoa mi piace molto: al Marassi ha fatto sette vittorie su sette tra campionato e coppa, mentre fuori casa è andato male, anche se ha strappato un punto all’Inter. Il Genoa è una squadra di talento, ben messa in campo da un tecnico preparato come Gasperini che troverà di fronte un altro tecnico emergente (Marino). L’Udinese a fine stagione potrebbe regalare una doppia soddisfazione al presidente Pozzo: l’ingresso in Champions e un’altra estate importante per le casse friulane. Lo staff dell’Udinese grazie a un’attenta analisi compra a poco giocatori che poi si rivalutano tanto

© Riproduzione Riservata.