BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTER/ Attento Mourinho, Messi chiama Cruz a Barcellona

Pubblicazione:martedì 11 novembre 2008

cruz_R375x255_11nov08.jpg (Foto)

Perchè un club dovrebbe privarsi di un giocatore che in cinque anni ha realizzato 75 reti in 181 gare, senza mai essere considerato titolare, partendo spesso dall panchina, senza lamentarsi, lavorando con serietà e segnando gol spesso decisivi? Il club in questione è l'Inter, il giocatore Cruz .

 

La cui unica colpa è forse stata quella di non essere mai riuscito a fare il grande salto. Ottimo comprimario, quando gli è stata data maggiore fiducia ha esaurito almeno in parte quella pozione magica che sembrava avere quando subentrava dalla panchina, tramutando in gol e in punti preziosi ogni pallone. Ma nella storia del calcio non ci sono solo le prime donne e, soprattutto nei grandi club, è fondamentale avere giocatori di questo tipo, grandi professionisti che risolvono le situazioni quando il primo attore finisce la voce.

 

Eppure Julio Cruz, in scadenza di contratto a giugno, potrebbe voler cambiare aria. Complice anche l'episodio con Mourinho che l'ha accusato senza mezzi termini di giocare solo per se stesso. Va da se che un campione del suo calibro, dopo anni da "panchinaro" senza mai sollevare polemiche, dando il massimo quando chiamato in causa, frecciate di questo tipo potrebbe non gradirle. E se è vero che la pace con il tecnico è tornata, sancita da due reti fondamentali (contro Anorthosis e Udinese), il 34enne potrebbe prendere in considerazione nuove destinazioni, dove poter essere maggiormente valorizzato.

 

In pole position il Barcellona, dove El Jardinero trova uno sponsor di prestigio nell'amico e compagno di Nazionale Leo Messi, che lo vorrebbe fortemente al suo fianco in Catalunya, dove i due formerebbero una coppia perfetta. Già, la nazionale. Anche quella è nelle mire dell'argentino, in corsa per una maglia per Sud Africa 2010.

 

Ma per ottenerla serve visibilità. Quella visibilità che potrebbe garantirlgli la Roma, altra squadra che da tempo segue l'attaccante e che avrebbe gran bisogno di una prima punta.



© Riproduzione Riservata.