BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTER/ Rivoluzione nerazzurra: Aguero e Acquafresca per Adriano e Cruz

Pubblicazione:mercoledì 12 novembre 2008

Aguero_R375_24sett08.jpg (Foto)

La febbre dell'Imperatore. Non è la nuova influenza stagionale attesa dal nord Italia, ma l'ultimo episodio della storia turbolenta di Adriano all'Inter. L'attaccante brasiliano ieri non si sarebbe presentato all'allenamento giornaliero a causa, appunto, di un attacco influenzale. Peccato che la comunicazione sarebbe arrivata tardi, coi compagni già in campo e dopo che svariate telefonate erano già partite da Appiano Gentile al suo indirizzo, senza ottenere risposta. Quando finalmente il giocatore ha risposto, ha comunicato il suo stato di salute e gli è stato detto di rimanere a casa. Adriano, dopo la sospensione punitiva adottata da Mourinho, conseguenza della sua "notte brava" in discoteca, con ritardo alla Pinetina e allontanamento dal gruppo, era vicino al ritorno in campo. Come aveva detto il portoghese, confermando «la presenza di Adriano fra i convocati per la trasferta di Palermo. E se continuerà ad allenarsi come ha fatto nell'ultima settimana giocherà sicuramente». Invece ora è quasi sicura la sua esclusione per la gara contro i rosanero. E, a questo punto, è quasi certo che il brasiliano venga messo sul mercato a gennaio, approfittando anche del fatto che le sue quotazioni, a inizio stagione, erano risalite. Ma l'inserimento del numero 10 nella lista dei partenti non è dovuta unicamente ad un esaurimento della pazienza da parte dello staff neroazzurro. In via Durini starebbero infatti mettendo a punto una vera e propria rivoluzione che prevederebbe il rimpiazzo di alcuni elementi della "vecchia guadia" con nuove leve talenuose. In particolare nei giorni scorsi è avvenuto il primo contatto tra l'Inter e uno dei pupilli di Moratti, già da tempo nelle mire del club. Il patron neroazzurro avrebbe deciso infatti di iniziare il pressing sull'Atletico Madrid per portare a Milano Aguero, corteggiato fortemente da diverse squadre, tra cui il Manchester City, al quale sarebbe stata rifiutata un'offerta di circa 30 milioni di euro. Ma i rapporti tra i colchomeros e l'Inter sono buoni, e soprattutto gioca a favore la volonta del Kun di venire in Italia. Ma non è l'unica rivoluzione prevista in Casa Inter. L'altro "caso" a tenere banco alla corte di Mourinho è quello di Julio Cruz, rimasto perplesso dopo il trattamento subito dal tecnico dopo anni da comprimario silenzio e professionista. El Jardinero vorrebbe cambiare aria e, nonostante Moratti punti molto su di lui, potrebbe lasciarlo partire nel caso si verificassero le condizioni per poter portare definitivamente all'ombra della Madonnina un altro su pupillo, Robert Aquafresca, riscattato in estate e pronto per il grande salto.



© Riproduzione Riservata.