BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Milan di rigore. Leggi le pagelle dei rossoneri (Milan-Chievo 1-0)

Un Milan non certo brillante passa a San Siro contro il Chievo grazie a un rigore dubbio e tiene il passo dell'Inter

kaka_R375_16nov08.jpg (Foto)

MILAN-CHIEVO 1-0 (Primo tempo 1-0)
MARCATORE: Kakà su rigore al 15' p.t.
MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Bonera, Favalli, Kaladze, Jankulovski; Flamini, Gattuso, Seedorf; Kaká, Ronaldinho; Inzaghi (Pato dal 16' st). (Dida, Darmian, Senderos, Emerson, Cardacio, Shevchenko). All: Ancelotti.
CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Malagò, Mandelli, Yepes, Mantovani; Pinzi (Iunco dal 27' st), Bentivoglio, Marcolini (Italiano dal 33' st); Langella (Esposito dal 19' st), Luciano; Pellissier. (Squizzi, Moro, Cesar, D'anna). All: Di Carlo
ARBITRO: De Marco di Chiavari
NOTE - Spettatori 58.403 per un incasso di 1.022.351 euro. Ammoniti Kaladze, Jankulovski, Marcolini e Bentivoglio per gioco scorretto. Angoli 9-2. Recuperi 1' p.t., 3' s.t.



Abbiati 6,5:
In una partita dove le insidie del Chievo arrivano da lampi improvvisi è bravo a farsi trovare sempre pronto


Jankulovski 7: Gli manca solo il gol per coronare un’ottima prestazione in una gara dove il gioco del Milan si sviluppa sempre partendo dalla sua fascia. Se difendesse come attacca sarebbe il Maicon dell’est
 

Bonera 6: Oggi schierato a destra al posto di Zambrotta svolge ordinatamente il suo compito
 

Kaladze 5,5: Detto che, soprattutto nel primo tempo, il Chievo non ha dato particolari preoccupazioni alla retrovia rossonera, le troppe occasioni nel secondo non possono giustificare la sufficienza
 

Favalli 6: Forse non racconterà ai nipoti questa partita, però giustifica il suo stipendio


Seedorf 6,5: Almeno l’80% delle azioni del Milan passano dai suoi piedi. Dirige l’orchestra piuttosto bene senza cercare l’acuto
 

Flamini 6: La grinta di Pirlo e la tecnica di Gattuso: a parti invertite sarebbe un fenomeno, così è un giocatore normale
 

Gattuso 6,5: Solito agonismo con in aggiunta un pizzico di qualità in più
 

Kakà 6: “Just another day at the office” come dicevano gli americani quelle poche volte che sua maestà Micheal Jordan faceva partite “normali”: nessun lampo per il pallone d’oro, si limita a trasformare il penalty


Ronaldinho 6,5: Bene nel primo tempo, quando si intende con il compagno di nazionale San Siro sussulta. Nella seconda frazione fiato corto come molti dei suoi passaggi


Inzaghi 5,5: Giocatore magico quando risolve le partite, in giornate come queste lui è il calcio sono due concetti ben lontani


Pato 6: Prova a dare un po’ di verve alla manovra offensiva ma senza ottenere particolari risultati. 

© Riproduzione Riservata.