BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Galliani: «Inter? Ma quale fuga. E basta parlare di arbitri»

L'ad rossonero seda le polemiche del post Toro-Milan e frena l'entusiasmo nerazzurro

galliani_bolognaR375_31ago08.jpg (Foto)

Da accusatore in prima linea a moderatore. Adriano Galliani, dopo aver ammonito Ancelotti qualche settimana fa, replica oggi a Kaladze per quell’uscita impulsiva sull’arbitro Farina («è scarso» il commento del georgiana dopo il pareggio a Torino). Aveva detto che non avrebbe più parlato degli errori arbitrali e così è: «Gli arbitri sbagliano come i giocatori, gli allenatori e i dirigenti e gli errori vanno accettati». Piuttosto preferisce analizzare gli errori dei suoi: «Evidentemente dovevamo gestire meglio il vantaggio e cercare con più convinzione il terzo gol. Farina ha sbagliato, ma anche noi dobbiamo fare più attenzione. Un’altra occasione persa dopo quella di Lecce e anche a Torino è arrivato un pari che ci sta un po’stretto. Ma questo è il calcio e magari altre volte abbiamo vinto con meno merito». L’ad rossonero dunque non concorda con l’atteggiamento di Kaladze dopo la partita: «richiamerò i giocatori a fare più attenzione e ad avere un atteggiamento più cauto. Però mi rendo conto che una cosa è fare il dirigente in tribuna, un’altra è essere un giocatore coinvolto nella partita. Insomma, quello di Kaladze è un peccato veniale». La battuta d’arresto subita domenica sera non cambia comunque le carte in tavola per quanto riguarda il campionato: «Non parlerei di fuga. E’presto per trarre conclusioni. Basta guardare allo scorso campionato e ricordare che la Roma era ad un certo momento dietro di 11 punti, ma alla fine del primo tempo dell’ultima giornata aveva lo scudetto in mano. E quest’anno l’equilibrio mi sembra maggiroe. Il Milan c’è, ma anche la Juve».

© Riproduzione Riservata.