BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Per Milan, Inter e Juve il pericolo arriva da Sud. La Roma a Firenze per tornare grande. Leggi curiosità e formazioni della 14esima giornata

Inter-Napoli e Roma-Fiorentina i match-clou, il Milan vola a Palermo, la Juve aspetta la Reggina

lavezziR375_18set08.jpg (Foto)

Mai come oggi, Nord contro Sud. Calcisticamente, s’intende. La quattordicesima giornata del girone di andata presenta incroci geograficamente simmetrici, con le squadre di vertice della classifica che vanno a sfidare compagini-simbolo del calcio meridionale. Con sfumature e difficoltà diverse. L’impegno più ostico spetta alla capolista Inter, che a San Siro aspetta il Napoli, attualmente terzo, che dopo il passo falso contro il Cagliari vuole dimostrare di non aver esaurito la benzina. In questo stadio, poche settimane fa, fallì per un pelo un pareggio che domenica andrebbe bene agli uomini di Reja, apparsi poco convincenti fuori casa. Apparentemente più agevole l’impegno della Juventus che incontra sabato in posticipo la Reggina. Ma a volte la fame di punti aumenta quando le streghe della retrocessione iniziano a far sentire le loro urla e gli amaranto vogliono al più presto uscire dalla zona nera del fondo classifica. Il Milan sarà invece ospite domenica sera a Palermo in una gara tra due squadre ancora incompiute che ancora devono capire quale sia il loro reale potenziale. Roma e Fiorentina è sfida tra le “deluse” del campionato, con i giallorossi però in crescita alla ricerca di tre punti fondamentali in grado di rilanciarli nella zona della classifica che dovrebbe competergli. Ad aprire le danze è invece Catania-Lecce, primo anticipo del sabato, coi salentini desiderosi di fare uno sgambetto agli etnei. La Lazio non può permettersi di perdere ancora terreno dopo i punti persi nel derby e contro il Genoa, ma a Begamo l’Atalanta venderà cara la pelle anche perché fra le mura del Rigamonti gli orobici hanno concesso ben pochi punti agli avversari. Cagliari e Sampdoria sembrano rinate, con i blucerchiati nel limbo della metà classifica che precedono i sardi di due lunghezze, mentre il Genoa, unica squadra imbattuta in casa, cercherà il settimo sigillo contro il Bologna rivitalizzato dall’arrivo di Mihajlovic ma che non vede i tre punti da troppo tempo. Concludono il quadro Siena-Torino e Udinese-Chievo.

© Riproduzione Riservata.