BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROMA/ Spalletti: dobbiamo pedalare ma per i primi posti ci siamo anche noi

Tre punti preziosi per i capitolini che, dopo un inizio di stagione difficile, stanno lentamente risalendo la classifica

spallettiR375_10ott08.jpg (Foto)

«Oggi abbiamo onorato lo spettacolo, tutte e due le squadre potevano vincere, abbiamo cercato di fare gol il prima possibile. Continui ribaltamenti di fronte, alla fine c'è stata una tifoseria che ha festeggiato e una rammaricata, ma per quello che si è visto in campo non doveva essere così». Spalletti appare rivitalizzato dopo l’ottima vittoria contro la Fiorentina e la qualità del gioco espresso. Ora il tecnico toscano guarda avanti, senza troppi programmi: «Dobbiamo fare quello che dobbiamo fare, cioè vincere più partite possibile. Faccio i complimenti a tutti i calciatori scesi in campo e pure a Prandelli. Riise ha giocato bene con personalità, con forza e sicurezza. Sul gol di Totti sono stati bravi in diversi. Baptista che si è buttato nello spazio e Totti stesso che si era abbassato a centrocampo e ha proseguito la corsa. Poi, lui sa calciare e l'ha messa in porta. Doni ha fatto una gran parata. Abbiamo vissuto un momento difficile, ma andava accettato e non bisognava rompere gli equilibri. Mexes? E' uno dei più bravi calciatori che abbia mai visto. Con Juan fa una coppia che mi piace. Totti ha passato la palla più a Vucinic che a Baptista? Si vede che gli sta sulle scatole...».

 

L’Inter, insomma, è troppo lontana: «Noi dobbiamo risalire la classifica. Ci vorranno altre vittorie di fila. Siamo rimasti troppo indietro. Dobbiamo pedalare. Faccio i complimenti a Mourinho, per i tasti che tocca. Per come parla con i giocatori e con la stampa. A me piace».Anche Rosella Sensi spende parole di elogio nei confronti della sua Roma: «Abbiamo trovato una squadra fortissima, sono molto contenta per questo. Sicuramente Totti è un grandissimo giocatore, è il capitano, ma i meriti vanno a tutta la squadra e a Spalletti. Adesso per me l'obiettivo è il Chievo. Vado avanti partita per partita. Oggi credo non sia solo la vittoria del cuore, ma anche della professionalità e della qualità. Mutu? L'ho visto bene, ma sono contenta per i miei. I miei complimenti vanno a tutta la Fiorentina che ha giocato una grande partita». La pace sembra essere tornata sopra al Colosseo.

© Riproduzione Riservata.