BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Il Milan pensa a un prestito, Blasi e Donadel nel mirino

Allarme a centrocampo dove Gallian sta lavorando per trovare l'uomo giusto che possa arrivare a gennaio in prestito

donadelR375_18dic08.JPG (Foto)

Il Milan non si nasconde più. Il problema c’è, e anche se a Milanello la parola “crisi” è vietata, i diversi infortuni che stanno mettendo fuori causa pedine fondamentali dello scacchiere rossonero non possono fare credere a Galliani e soci che tutto si risolverà senza intervenire sul mercato. I segnali stanno arrivando, Thiago Silva è stato preso e ora resta di primaria importanza la questione centrocampo. Da risolvere con estrema urgenza data l’indisponibilità di Gattuso sino a fine stagione. L’ ad rossonero ha ammesso che l’intento del club è quello di arrivare ad un centrocampista da portare a Milano a gennaio, possibilmente in prestito: «Non è semplice. Ci stiamo ragionando, vediamo cosa possiamo fare».

 

L’ipotesi part-time infatti non è piaciuta né alla Roma, alla quale è stato chiesto Brighi, né alla Samp, dove piace Palombo. L’idea è però quella che il Milan stia solo scaldando i motori per intervenire a razzo alla riapertura del mercato. Di certo la società non può permettersi un altro anno a vuoto, questa volta senza neanche più l’alibi del Campionato del Mondo per club, sbandierato un anno fa come il vero obiettivo stagionale. Per essere competitivi in campionato i rossoneri dovranno essere concreti sul fronte acquisti e pare che Galliani abbia promesso ad Ancelotti una lista di nomi tra i quali scegliere. Tra questi ci saranno presumibilmente anche quelli di Blasi e Donadel, altri due uomini che piacciono in via Turati e che hanno storie passate legate al Milan: il primo lanciato da Carletto alla Juve, il secondo cresciuto nel vivaio milanista. Ma anche per loro vale il discorso fatto sopra: Napoli e Fiorentina puntano all’Europa che conta e difficilmente vorranno rafforzare un’avversaria diretta. Di certo qualcuno arriverà dal momento che Beckham, che sarà presentato sabato, non ha le caratteristiche che servono ora ad Ancelotti per arginare l’assenza di Gattuso.

© Riproduzione Riservata.