BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Genoa, doppio regalo di Preziosi: Stellone e Semioli

Sembrano vicini gli ingaggi di Stellone e Semioli. Gasbarroni potrebbe partire, destinazione Lecce mentre Barrios, talento argentino, dovrebbe arrivare a giugno in Liguria

stellone_R375x255_23dic08.jpg (Foto)

Enrico Preziosi ora è in Dubai per alcuni giorni di meritato riposo. Al caldo degli Emirati Arabi Uniti tra un bagno e una passeggiata sulle spiagge dorate segue comunque le mosse dei suoi uomini mercato. Aveva promesso un regalino per gennaio e il regalino per i tifosi del Grifone ci sarà. Ora bisogna scegliere quale. L’ipotesi più quotata è l’arrivo di Roberto Stellone dal Torino come vice Milito. Arriverebbe in prestito e il costo del suo ingaggio non è esorbitante. Nella trattativa verrebbe inserito l’esterno destro Giandomenico Mesto anche se sembra che l’idea non faccia impazzire Novellino. Per l’attacco è stata avanzata anche una prima offerta, vicina ai 5 milioni di dollari per l’argentino Barrios, 24enne del Colo Colo che ha totalizzato 26 reti in 27 partite nel campionato cileno. Sembra che la giovane promessa possa arrivare in Liguria solo a giugno, nel mercato estivo. In attacco sono dati per partenti Olivera e Gasbarroni. Il primo ha richieste in Uruguay ma potrebbe rimanere in Italia magari in prestito ad una squadra di Serie A (il Chievo?). Tutto però è nelle mani del giocatore che potrebbe, visti gli acciacchi di Milito, giocarsi le sue carte con i rossoblu. Gasbarroni invece sembra richiesto insistentemente dal Lecce che metterebbe sul piatto qualcosa meno di 2 milioni di euro per la comproprietà del cartellino.

 

Soldi utile per arrivare all’altro pallino di Gasperini: Franco Semioli. Il costo del cartellino è fissato da Corvino a 4 milioni ma almeno la metà sarebbe ben accetta dal d.s. viola. Dunque gli uomini mercato del Grifone lavorano su due strade: il vice Milito e un esterno di centrocampo. E il regalino promesso da Preziosi sembra prendere di ora in ora la consistenza di un doppio regalo.

© Riproduzione Riservata.