BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Milan, caccia aperta al difensore: Dossena, Rinaudo o Manfredini

Emergenza difesa per i rossoneri, in cerca di un terzino sinistro in grado di coprire il buco lasciato da Jankulovski, individuato da Ancelotti come vice-Gattuso

dossenR375_22dic08.JPG (Foto)

Quella del terzino cercato da Galliani rischia di diventare la telenovela invernale del mercato. A complicare la ricerca ci sono i criteri richiesti dal ds rossonero che chiede un difensore di fascia da prendere possibilmente in prestito, in grado di tappare i buchi fino a giugno, quando il rientro di Gattuso e l’innesto del neo acquisto Thiago Silva dovrebbero sistemare diversi problemi in casa Milan. Per il momento però i problemi rimangono. Lo stop di Gattuso ha inizialmente lanciato gli uomini mercato di via Turati alla ricerca di un centrocampista di contenimento in grado di fare le veci di Ringhio, capace di dare solidità alla manovra del gioco di Ancelotti, eccessivamente sbilanciata in attacco.

 

L’emergenza ha portato il tecnico ha spostare in quel ruolo Jankulovski, posizione che il ceco rivestiva all’Udinese e dove è apparso più convincente rispetto al ruolo di terzino sinistro dove ultimamente aveva offerto prestazioni assai incerte. A questo punto ecco che l’obiettivo primario è diventato trovare un uomo che possa ricoprire il buco lasciato dall’avanzamento dell’ex Udinese. Ma il gioco dello scacchiere rossonero lascia aperte anche altre possibilità, dal momento che la mobilità di Zambrotta, Antonini e Kaladze lasciano aperte strategie diverse. Ecco allora che la ricerca si estende a tutte le sfumature del reparto difensivo, con una lista di nomi prestigiosi, da Helguera ad Agger, che nelle ultime ore è stata rimpolpata dalle ipotesi di Rinaudo, 25enne del Napoli e Manfredini, 28enne dell’Atalanta.

 

Sempre attivo invece il tentativo di portate a Milano l’emigrante Andrea Dossena, classe ’87, attualmente in forze al Liverpool ma poco felice della sua esperienza ai Reds. Dossena rappresenterebbe, vista la giovane età e la versatilità tattica, un investimento valido anche per le stagioni future dove comunque il Milan, visto l’addio a fine stagione di Maldini e la non proprio tenera età di elementi quali Zambrotta, Favalli e Nesta, dovrà prendere provvedimenti.

© Riproduzione Riservata.