BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ROMA/ La Tamoil in pressing su Rosella Sensi: vogliamo la società

Secondo il quotidiano la Repubblica contatti nei giorni scorsi tra dirigenti di Unicredit e uomini libici vicino alla società petrolifera

rosella_sensi_R375x255_12nov08.jpg(Foto)

Prima le voci arabe, poi la presunta trattativa con Soros e Tacopina in estate, infine numerose voci di possibili cordate che avrebbero voluto acquistare il pacchetto di maggioranza dell’A.S. Roma. E oggi il quotidiano la Repubblica svela che i petrolieri di Tamoil hanno avuto nei giorni scorsi incontri con alcuni dirigenti della Banca di Alessandro Profumo per sondare la fattibilità di una trattativa di acquisto.

Dice il quotidiano: « Nei giorni scorsi ci sono stati diversi contatti formali tra i rappresentanti di fondi e di imprese di Tripoli con i vertici della banca guidata da Profumo. E la Banca, che è ancora in attesa di assicurazioni formali dal gruppo Italpetroli per la restituzione della prima tranche di debito (130 milioni) entro il prossimo 31 dicembre, avrebbe concesso il suo via libera. Al momento, infatti, non ci sono stati contatti con la famiglia Sensi. L`operazione scatterebbe non appena Italpetroli dichiarasse di non poter rispettare il piano di rientro concordato con Profumo: la banca a quel punto potrà guidare autonomamente le trattative. Nel piano libico sono convolti i petrolieri diTamoil ma anche i cosiddetti fondi sovrani. La Roma rappresenterebbe un investimento di immagine per accompagnare tutte le altre presenze in Italia. E per non entrare a "piedi uniti" nel calcio italiano, nei contatti con Unicredit avrebbero dato disponibilità a far entrare nell’acquisizione anche un imprenditore italiano».

© Riproduzione Riservata.