BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Martedì di Champions: Inter e Roma in campo

Mancini e Spalletti non hanno ancora sciolto le riserve sulla formazione: le sfide sono delicate. L’Inter cerca la conferma in Europa, la Roma il rilancio dopo la sconfitta con la Juve

champions-league-logo_FN1.jpg(Foto)

Inter e Roma sono pronte a scendere in campo per gli ottavi di finale della Champions League. Non saranno due gare facili.
Per l’Inter si tratta di un tuffo nel passato. La memoria corre al 1965 quando nella semifinale dell’allora Coppa Campioni l’Internazionale perse 3-1 in Inghilterra, ma poi vinse al ritorno 3-0. Quell’anno l’Inter s’impose in finale battendo di misura il Benfica con un gol di Jair. Scontato dire che i tifosi nerazzurri si appellano alla scaramanzia.
Mancini deciderà solo poche ore prima della partita se utilizzare Vieira al fianco di Cambiasso, tutto fa pensare che il francese sarà in campo: «Non sta bene, ma è un giocatore - ha detto Mancini - di grande esperienza e in queste partite subentrano altre valutazioni». La presenza di Vieira permetterebbe l’arretramento in difesa di Chivu. In attacco spazio alla coppia Cruz-Ibrahimovic. In difesa il recuperato Maicon è pronto a dare un valido appoggio sulla corsia di destra. Confermata la coppia centrale Cordoba-Materazzi. Nel ruolo di terzino sinistro, in pole Maxwell, ma se Vieira recupera dentro Chivu.
Rafa Benitez recupera lo spagnolo Torres e sa di giocarsi tutto in due gare. Il Liverpool, fuori dai giochi in campionato, si concentra sulla Coppa. Il destino di Benitez sembra comunque segnato: i tabloid inglesi vociferano già di un contatto con Marcello Lippi per la prossima stagione.
Mancini non si fida di un Liverpool all’ultima spiaggia: «È vero, non vanno bene in campionato, ma si giocano tutto in Europa e questo rende la gara ancora più difficile per noi».
La Roma, dopo la sconfitta maturata in campionato con la Juve, ospita il Real Madrid. I nervi in casa dei giallorossi sono tesi come dimostra la lite in allenamento tra Aquilani e Panucci. Spalletti ha minimizzato l’accaduto, di certo i due sono stati multati.
Probabile che contro i madridisti il tecnico opti per qualche cambio. «La sfida con il Real Madrid arriva - ha dichiarato Spalletti - nel momento ideale per rialzarsi. Quando si vive un momento particolare per i risultati, avere la possibilità di giocare una gara così, ti dà modo di dare un messaggio chiaro e pulito a tutti. Noi comunque abbiamo le carte in regola per mettere il Real in difficoltà».
La Roma ritrova Juan, il Real deve fare a meno di Robinho.
Questa sera sono in programma altre due gare: l’Olimpiakos riceve il Chelsea e lo Schalke04 ospita il Porto.

Le probabili formazioni

Anfield, ore 20.45
(4-4-2): Reina; Finnan, Carragher, Hyypia, Riise; Benayoun, Gerrard, Mascherano, Babel; Kuyt, F. Torres. All. Benitez.
(4-4-2): Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Materazzi, Chivu; J. Zanetti, Cambiasso, Vieira, Stankovic; Ibrahimovic, Cruz. All. Mancini.
Arbitro: De Bleeckere.

Olimpico, ore 20.45
(4-2-3-1): Doni; Panucci, Mexes, Juan, Tonetto; De Rossi, Pizarro; Perrotta, Taddei, Mancini; Totti. All. Spalletti.
(4-4-2): Casillas; Sergio Ramos, Cannavaro, Heinze, Torres; Diarra, Guti, Julio Baptista, Robben; Raul, Van Nistelroy. All. Schuster.
Arbitro: Fandel.

© Riproduzione Riservata.