BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Antipasto da scudetto

La Roma va a Cagliari, mentre l’Inter va a Roma. La 31ª giornata può riaprire del tutto o chiudere il campionato. Per la corsa Champions, sfida delicata tra Udinese e Fiorentina. Il Milan prova ad approfittarne con l’Atalanta, la Juve riceve il Parma di Cuper

Avvisaglie di tempesta. Nubi minacciose si agitano sul campionato. La 31ª giornata di campionato si presenta con molte insidie. Se in testa alla classifica Inter e Roma proseguono la loro lotta a distanza, anche in coda la bagarre è garantita. Negli anticipi di oggi la Roma va a Cagliari per tenere il fiato sul collo dei nerazzurri e approfittare di un loro eventuale passo falso. La squadra di Spalletti decimata dalle squalifiche (Perrotta, De Rossi e Vucinic) ha una ghiotta occasione per accorciare ulteriormente le distanze. Molto dipenderà dall’approccio alla partita: quanto peserà l’imminente impegno con il Manchester? Certamente il Cagliari, che in settimana ha riacquistato i tre punti della penalizzazione, rappresenta un buon test: Ballardini sta facendo un lavoro egregio.
E l’Inter? La capolista, che non sta attraversando un momento positivo, si reca all’Olimpico contro una Lazio in crescita. Negli ambienti milanesi si vocifera anche di un possibile esonero di Mancini in caso di sconfitta. Assente Cruz per squalifica, in dubbio Ibrahimovic. Entrambe le gare sono difficili per le prime due della classe: il campionato potrebbe riaprirsi ulteriormente o chiudersi definitivamente.
Per quanto riguarda la Champions, la Juve, galvanizzata dal successo di Milano, riceve il Parma di Cuper. Per i bianconeri ritornano disponibili Marchionni e Zanetti. La Vecchi Signora vuole mantenere invariato il vantaggio sul Milan, 5° a 9 punti. I rossoneri ospitano l’Atalanta. Da vedere lo scontro Udinese-Fiorentina. I friulani provano a riaprire i giochi per la Champions, i toscani devono rinunciare a Liverani e a Mutu. A Napoli si scontrano due compagini che hanno poco da chiedere al campionato e anzi devono fare attenzione alle retrovie: i campani devono fare attenzione al desiderio di rivincita di Colantuono (ennesimo colpo di teatro di Zamparini).
In coda il Catania affronta il Torino per rinascere. Stesso discorso per il Livorno che contro il Siena ritrova il bomber Tavano. L’Empoli, fin qui sfortunata la squadra di Malesani, vuole abbandonare l’ultima piazza: la Samp è avvertita. Il Genoa con il duo Figueroa-Borriello sfida una Reggina a caccia di punti.

Il programma della 31ª giornata (domenica ore 15)
Cagliari-Roma sabato ore 18
Lazio-Inter sabato ore 20.30
Catania-Torino
Empoli-Sampdoria
Genoa-Reggina
Juventus-Parma
Livorno-Siena
Milan-Atalanta
Napoli-Palermo domenica ore 20.30
Udinese-Fiorentina

La classifica
Inter 68; Roma 64; Juventus 58; Fiorentina 53; Milan 49; Udinese 47; Sampdoria 46; Genoa 39; Atalanta 38; Lazio 37; Napoli 37; Palermo 36; Siena 35; Torino 31; Parma 29; Catania 29; Livorno 28; Cagliari 28; Reggina 27; Empoli 26.
 
Le probabili formazioni
CAGLIARI
(4-3-2-1): Storari; Ferri, Lopez, Canini, Agostini, Fini, Parola, Cossu, Jeda, Acquafresca, Foggia. All. Ballardini.
ROMA (4-2-3-1): Doni;Cassetti, Mexes, Ferrari, Tonetto, Aquilani, Pizarro, Taddei, Giuly, Mancini, Totti. All. Spalletti.

LAZIO (4-3-1-2): Ballotta; Behrami, Siviglia, Cribari, Kolarov, Dabo, Ledesma, Manfredini, Pandev, Rocchi, Bianchi. All. Rossi.
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Burdisso, Materazzi, Maxwell, Zanetti, Stankovic, Chivu, Jimenez, Crespo, Ibrahimovic. All. Mancini.

CATANIA (4-3-3): Polito, Sardo, Silvestre, Silvestri, Vargas, Baiocco, Edusei, Tedesco, Colucci, Mascara, Pià. All. Baldini.
TORINO (4-3-2-1): Fontana; Motta, Di Loreto, Dellafiore, Pisano, Diana, Grella, P. Zanetti, Recoba, Stellone, Rosina. All. Novellino.

EMPOLI (4-4-1-1): Bassi; Buscè, Piccolo, Raggi, Marzoratti, Antonini, Marchisio, Abate, Giovinco, Vannucchi, Volpato. All. Malesani.
SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi; Sala, Gastaldello, Accardi, Maggio, Volpi, Palombo, Sammarco, Ziegler, Delvecchio, Bonazzoli. All. Mazzarri.

GENOA
(3-4-3): Rubinho; Lucarelli, Santos, Rossi, Konko, Juric, Milanetto, Fabiano, Leon, Figueroa, Borriello. All. Gasperini.
REGGINA (3-4-2-1): Campagnolo; Lanzaro, Valdez, Cirillo, Aronica, Cozza, Barreto, Cascione, Hallfredsson, Brienza, Amoruso. All. Orlandi.

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro, Salihamidzic, Camoranesi, Sissoko, Nedved, Trezeguet, Del Piero. All. Ranieri.
PARMA (4-4-2): Pavarini; Zenoni, Paci, Falcone, Antonelli, Dessena, Mariga, Morrone, Reginaldo, Gasbarroni, Budan. All. Cuper.

LIVORNO (3-5-2): Amelia; Knezevic, Grandoni, Galante, Balleri, Pulzetti, De Vezze, A. Filippini, Pasquale, Tavano, Bogdani. All. Camolese.
SIENA (4-3-2-1): Manninger; Bertotto, Portanova, Loria, De Ceglie, Codrea, Galloppa, Vergassola, Locatelli, Frick, Maccarone. All. Beretta.

MILAN (4-3-2-1): Kalac; Oddo, Nesta, Kaladze, Maldini, Gattuso, Pirlo, Ambrosini, Seedorf, Pato, Gilardino. All. Ancelotti.
ATALANTA (4-4-1-1): Coppola; Rivalta, Talamonti, Pellegrino, Bellini, Ferreira Pinto, Tissone, Guarente, Langella, Doni, Floccari. All. Del Neri.

NAPOLI (3-5-2): Gianello; Santacroce, Cannavaro, Domizzi, Garics, Blasi, Hamsik, Pazienza, Savini, Sosa, Lavezzi. All. Reja.
PALERMO (3-5-2): Fontana; Cassani, Zaccardo, Barzagli, Balzaretti, Guana, Migliaccio, Simplicio, Jankovic, Caserta, Amauri. All. Colantuono.

UDINESE (3-4-3): Handanovic; Zapotocny, Felipe, Lukovic, Mesto, D’Agostino, Inler, Dossena, Pepe, Quagliarella, Di Natale. All. Marino.
FIORENTINA (4-3-3): Frey; Potenza, Ujfalusi, Kroldrup, Gobbi, Montolivo, Donadel, Kuzmanovic, Santana, Pazzini, Osvaldo. All. Prandelli.

© Riproduzione Riservata.