BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Cade l’Inter, la Roma ci crede

Un gol dell’ex juventino Zalayeta regala il successo ai campani. L’Inter si ferma e la Roma, che ha superato agevolmente il Parma, riduce il distacco a 6 punti. Campionato riaperto

Zalayeta_FN1.jpg(Foto)

Cade, grazie a un errore di Julio Cesar, dopo 31 turni l’imbattibilità dell’Inter. È questa di per sé è già una notizia. Se al ko dell’Inter si aggiunge il successo della Roma il campionato può essere considerato riaperto. Le sei lunghezze di distacco non sono un ostacolo insormontabile. Allo stato attuale per quello che ha fin qui fatto vedere l’Inter resta la maggiore accreditata per la vittoria finale.
Sono necessarie due premesse: da quasi un mese l’Inter non offre un gioco spettacolare, ma dall’altra parte deve anche fare i conti con il numero degli infortunati (l’ultimo in ordine di tempo è Chivu). Certo l’arbitraggio di Rizzoli non è stato impeccabile: la mancata espulsione di Contini per una gomitata a Balotelli nel primo tempo avrebbe cambiato sicuramente l’andamento del match. Buon per l’Inter, comunque, che la gara con il Liverpool non si disputa questa settimana.
Alle loro spalle crolla la Juve in casa con la Fiorentina dopo essere stata in vantaggio per 2-1. Per i viola è un attestato di stima, vista anche l’assenza del trascinatore Mutu. I gigliati hanno giocato meglio degli uomini di Ranieri apparsi stanchi e a tratti (soprattutto in difesa) svogliati. I bianconeri devono fare attenzione: il posto in Champions non è scontato.
Il Milan, con il pensiero rivolto alla Champions e con l’infermeria piena, fa poco più che un allenamento con la Lazio e senza colpo ferire esce dal campo con un pareggio incolore.
Nelle retrovie compie un passo importante verso la salvezza il Siena che espugna il campo dell’Empoli. Il Cagliari, dopo la batosta dei 3 punti di penalizzazione per un episodio della passata stagione, supera il Genoa e cerca il rilancio.
Non dorme tranquillo il Catania, superato dal Livorno.

I risultati del 26° turno
ROMA-PARMA 4-0
MILAN-LAZIO 1-1
CAGLIARI-GENOA 1-0
EMPOLI-SIENA 0-2
LIVORNO-CATANIA 1-0
JUVENTUS-FIORENTINA 2-3
REGGINA-PALERMO 0-0
SAMPDORIA-TORINO 2-2
UDINESE-ATALANTA 2-0
NAPOLI-INTER 1-0

I tabellini
Roma: Doni; Cicinho, Panucci, Ferrari, Tonetto (81’ Antunes sv), Brighi, Aquilani, Taddei, Giuly (64’ Esposito), Mancini (74’ Vucinic);Totti. All.:Spalletti.
Parma: Bucci, Coly (52’ Pisanu), Falcone, M. Rossi, Zenoni, Dessena, Morrone, Cigarini, Castellini, Gasbarroni (77’ Reginaldo, Budan (52’ Lucarelli). All. Di Carlo.
Arbitro: Rocchi.
Marcatori: 27’ Aquilani, 51’ Aut. Falcone, 80’ Totti, 94’ Vucinic.
Ammoniti: Aquilani, Castellini, Rossi, Dessena.

Milan: Kalac, Oddo, Bonera, Kaladze, Jankulovsi (46’ Digao), Gattuso, Emerson (46’ Ambrosini), Gourcuff, Seedorf (82’ Paloschi), Pato, Gilardino. All: Ancelotti.
Lazio: Ballotta, De Silvestri, Siviglia, Cribari, Radu, Behrami (89’ Rozenhal), Ledesma, Dabo (60’ Mudingayi); Rocchi, Pandev, Bianchi (76’ Manfredini). All: Rossi.
Arbitro: Celi.
Marcatori: 54’ Bianchi, 66’ Oddo (r). Espulso: 86’ De Silvestri.
Ammoniti: Ledesma, Gattuso, Ambrosini, Behrami, Pandev, Siviglia, Mudingayi.

Cagliari: Storari, Pisano (55’ Lopez), Canini, Bianco, Del Grosso, Fini, Conti, Parola, Cossu (65’ Jeda), Matri, Acquafresca (65’ Foggia). All: Ballardini.
Genoa: Rubinho (65’ Scarpi), A.Lucarelli, De Rosa, Criscito, M.Rossi, Milanetto, Juric, Fabiano (46’ Danilo), Sculli (64’ Figueroa), Borriello, Leon. All: Gasperini.
Arbitro: Velotto.
Marcatori: 15’ A. Lucarelli, 29’ e 45’ Acquafresca.
Ammoniti: Acquafresca, Rubinho, Pisano, Lopez, Juric, Canini, Conti, Leon.

Empoli: Bassi, Buscè, Marzoratti, Pratali, Tosto; Marianini, Marchisio (81’ Volpato), Budel (50’ D. Moro), Vannucchi (46’ Abate), Giovinco; Saudati. All. Malesani.
Siena: Manninger, Bertotto, Portanova, Loria, De Ceglie, Kharja, Codrea, M. Coppola (93’ Rossettini), Forestieri (83’ A. Rossi), Frick, Maccarone (89’ Riganò). All. Beretta.
Arbitro: Orsato.
Marcatori: 33’ Portanova, 94’ Riganò.
Espulso: 92’ D. Moro.
Ammoniti: Codrea, Giovinco, Saudati, Coppola, Marzoratti, Bertotto, A. Rossi.

Livorno: Amelia, Grandoni, Knezevic (67’ Pavan), Galante, Balleri, Pulzetti, De Vezze (46’ Diamanti), A.Filippini, Pasquale, Tavano, Tristan (76’ Vidigal). All.: Camolese.
Catania: Polito, Silvestri (66’ Tedesco), Terlizzi, Stovini, Silvestre, Biagianti, Izco (88’ Alvarez), Vargas, Martinez, Spinesi, Mascara. All.: Baldini.
Arbitro: Bergonzi.
Marcatore: 72’ Diamanti.
Ammoniti: Martinez, Terlizzi, Izco, Mascara, Diamanti, Balleri.

Juventus: Buffon, Zebina, Legrottaglie, Grygera, Molinaro; Camoranesi (66’ Nocerino), Sissoko, Zanetti, Palladino; Del Piero (71’ Iaquinta), Trezeguet. All. Ranieri.
Fiorentina: Frey, Ujfalusi (61’ Osvaldo), Kroldrup, Gamberini, Gobbi; Kuzmanovic, Donadel, Montolivo; Santana (66’ Papa Waigo), Pazzini, Jorgensen. All. Prandelli.
Arbitro: Farina.
Marcatori: 18’ Gobbi, 29’ Sissoko, 57’ Camoranesi, 78’ Papa Waigo, 93’ Osvaldo.
Espulso: 93’ Osvaldo.
Ammoniti: Camoranesi, Gobbi.

Reggina: Novakovic, Cirillo, Lanzaro, Valdez, Aronica (53’ Costa), Vigiani (27’ Alvarez, 70’ Cozza), Barreto, Cascione; Brienza, Amoruso; Makinwa. All. Ulivieri.
Palermo: A. Fontana (57’ Agliardi), Biava, Rinaudo, Barzagli, Zaccardo, Simplicio, Guana, Caserta (79’ Jankovic), Balzaretti; Bresciano; Amauri (44’ Cavani). All. Guidolin.
Arbitro: Damato.
Ammoniti:Guana, Cascione, Amoruso, Cirillo, Balzaretti.

Sampdoria: Castellazzi, Gastaldello, Sala (74’ Miglionico), Lucchini, Maggio, Sammarco (66’ Delvecchio), Palombo, Franceschini, Pieri (37’ Ziegler), Bonazzoli, Cassano. All. Mazzarri.
Torino: Sereni, Comotto, Di Loreto, Natali, Pisano, Diana, Grella, Barone, Lanna (74’ Rosina), Stellone (88’ Ventola), Di Michele (85’ Corini). All. Novellino.
Arbitro: Pierpaoli.
Marcatori: 18’ Comotto, 45’ Sala, 50’ Di Michele (r), 52’ Cassano.
Espulso: Cassano.
Ammoniti: Franceschini, Sammarco, Sala, Grella, Pisano, Cassano, Stellone.

Udinese: Handanovic, Zapotocny, Felipe, Lukovic (67’ Coda), Ferronetti, D'Agostino, Inler, Dossena, Pepe, Quagliarella (90’ Floro Flores), Di Natale (74’ Isla). All. Marino.
Atalanta: Coppola, Belleri, Capelli, Pellegrino, T. Manfredini, Ferreira Pinto, Tissone (46’ De Ascentis), Guarente, Langella (46’ S. Inzaghi), Doni, Floccari (79’ Paolucci). All. Del Neri.
Arbitro: Romeo.
Marcatori: 30’ Quagliarella, 32’ Di Natale.
Ammoniti: Felipe, T. Manfredini, Guarente, Zapotocny, Inler, Dossena.

Napoli: Gianello, Santacroce, Cannavaro, Contini; Mannini (82’ Grava), Blasi, Gargano, Hamsik (93’ Bogliacino), Savini; Lavezzi, Zalayeta. All.: Reja.
Inter: Julio Cesar, Maicon, Rivas, Materazzi, Chivu (51’ Crespo), Figo (78’ Jimenez), Vieira, Pelé, Maniche (46’ Zanetti), Suazo, Balotelli. All.: Mancini.
Arbitro: Rizzoli.
Marcatore: 3’ Zalayeta.
Ammoniti: Chivu, Santacroce, Blasi, Mannini, Contini e Rivas.
© Riproduzione Riservata.