BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Inter: Mourihno in attesa di Moratti. E intanto prende casa a Milano

Mourihno e Drogba sempre più interisti. Occhi su Deco e Konko

I destini di Mourihno e Drogba sembrano portare all’Inter. L’allenatore portoghese che sembra abbia preso casa tra Monza e Carate (Arcore?) ha richiesto per il suo arrivo l’attaccante congolese, determinante ieri nella semifinale di Champions. Intanto, anche se smentito dalla società, sembra si sia visto nei giorni scorsi a Riscone di Brunico, sede da alcuni anni del ritiro dell’Inter, Rui Farias. Il vice di Mourihno era ad ispezionare gli impianti della località bolzanina. A Mancini, che sta preparando la gara della stagione contro il Milan, queste voci non sono certo di aiuto e non fanno piacere. Se si aggiungono poi le dichiarazioni di Moratti e Figo ecco che la situazione diventa esplosiva. Il patron nerazzurro martedì aveva detto : «Mancini resta di sicuro, sempre che lui intenda restare». Più esplicito Figo che ha avuto negli ultimi tempi un rapporto burrascoso con il mister. Ai microfoni di Sport Tv lunedì aveva ammesso di gradire molto l’arrivo di Mourihno addirittura affermando di «rivedere i miei piani con l’intenzione di restare in Italia. Se poi tutto continuano a parlare di Mourihno qualcosa di vero dovrà pur esserci».

Intanto sempre seguite e molto calde sono le piste che portano a Lampard del Chelsea, uomo di fiducia di Mourihno, e Deco, esploso sotto la guida del portoghese e che il Barcellona ha messo in vendita ad una cifra fattibile (10-12 milioni di euro). Piace sempre Konko del Genoa che rientra nell’affare Acquafresca, che verrà riscattato dal Cagliari.
© Riproduzione Riservata.