BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Milan – Pier Silvio Berlusconi: «Stop a Ronaldinho. Meglio investire sui giovani»

Piersilvio Berlusconi parla del Milan. Boccia Ronaldinho e punta sui giovani

Al di là degli sprechi di denaro che non hanno senso, penso che sia necessario puntare più a giocatori giovani che non a grandissimi calciatori che costano però cifre pazzesche. Ritorna Pier Silvio Berlusconi ha bocciare Ronaldinho, cosa che aveva già espresso alcune settimane fa e da manager qual è indica come ricetta per il suo Milan di investire anche nel calcio sui giovani.
Le sue dichiarazioni non faranno particolarmente piacere ai tifosi rossoneri perché ancora una volta allontanano il sogno del fenomeno brasiliano, che il padre e la società stanno seguendo da un po' di tempo. L'ingaggio e il costo hanno creato sempre pareri discordanti. Si aggiungono poi i dubbi per il suo ruolo, dove ci sono già Kakà e Seedorf; per il suo stato di salute, che è stato a fasi alterne, confermato anche dall’esito non propriamente positivi di esami a cui si sarebbe sottoposto in Spagna nelle scorse settimane.
Quello che fa preoccupare i tifosi rossoneri però è il fatto che ancora una volta, come era avvenuto già in passato, il Milan per non spendere, potrebbe fare operazioni di mercato non troppo dispendiose, rendendo difficile la possibilità di vincere lo scudetto il prossimo anno.
Zambrotta, infatti, di cui si parla ormai da mesi, non è stato ancora acquistato per una distanza di 2 milioni rispetto alla richiesta del Barcellona. Un’operazione più o meno simile è avvenuta per il portiere Lloris del Nizza, corteggiato per diverso tempo, ma poi acquistato dal Lione per dieci milioni, che non ha avuto dubbi nell’ingaggiare un portiere di talento anche se di soli 21 anni.
Una punta è sicuramente necessaria e al momento i nomi che sembrano più papabili sono quelli di Drogba ed Eto’o. Ma anche in questo caso, oltre alla concorrenza dell'inter, a frenare Galliani è il prezzo richiesto dalle società che li hanno tesserati, si aggira intorno ai 40-50 milioni.
La società rossonera dovrebbe capire che, per rafforzare la squadra, deve dare ad Ancelotti maggiori alternative, che gli permettano così di ruotare maggiormente la formazione titolare, cosa che non è stata possibile nella stagione appena conclusa. E' necessario investire e non sempre è possibile trovare sul mercato giocatori a parametro zero di livello come Flamini o Sheva, che Pier Silvio gradirebbe non poco riavere al Milan. I giovani sono sì necessari, come ha ben detto Berlusconi jr, specialmente perché hanno dato l’addio al calcio per limiti d’età Cafù e Serginho e ci sono altri giocatori in rosa che hanno più di 30 anni. Non servono più quindi solo parole e nomi di possibile interesse ma finalmente fatti, anche se siamo ancora a fine maggio e il mercato come si sa è ancora lungo.

 
(Ilaria Macchi)
© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
29/05/2008 - e si vede.... (lb renato)

guardate come e' andata a finire con il portiere lloris....e poi l'acquisto dei 7/8 giocatori con una punta di altissimo livello mica l'abbiamo dischiarato noi tifosi...sono state affermazioni del dr.galliani...e che non lo sapeva che i costi erano alti?...ma dai per favore non prendiamoci in giro....e comunque inviero' quanto prima la mia disdetta a milan channel...