BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

I Sensi disposti a vendere tutto. Ma la Roma no

La famiglia Sensi per rientrare dalla situazione debitoria del gruppo italpetroli sarebbe disposta a non considerare incedibile alcun asset. Tranne l'As Roma

Come già ha anticipato da ilsussidiario.net il 29 aprile scorso, nel piano di ristrutturazione per sanare la situazione debitoria nei confronti delle banche di Italpetroli, i Sensi sarebbero disposti a vendere tutto, tranne che l' AS Roma. E' quanto conferma oggi anche il Corriere dello Sport, secondo cui nonostante la «totale segretezza su quello che sara' il piano di ristrutturazione, l'unica cosa su cui tutte le fonti concordano è che in questo piano non sara' prevista la dismissione dell'asset Roma. Per il resto le confidenze parlano della cessione dei terreni di Torrevecchia, dei depositi petroliferi di Civitavecchia e di una parte del patrimonio immobiliare».

Il piano di ristrutturazione di Italpetroli dovrà essere presentato entro la fine di questo mese, ma tra oggi e domani potrebbero arrivare sorprese sul fronte Unicredit, azionista di minoranza di Italpetroli, che potrebbe esercitare ulteriori pressioni sulla famiglia Sensi per la cessione della Roma a George Soros, il magnate di origine ungherese che per molti sarebbe pronto a rilevare la maggioranza del club mettendo sul piatto 280 milioni di euro. Soros o no, potrebbe tornare in piedi l'ipotesi Fisher, il re del casual americano. Che, una volta entrato in scena Soros, ha prudentemente scelto di defilarsi aspettando gli eventi. E' sempre lì, alla finestra. E nel momento in cui ufficialmente Soros abbandonasse l'idea Roma, sarebbe pronto a intervenire. Con una strategia diversa e che quindi, per questo, potrebbe rivelarsi vincente. Perchè Fisher, da quanto risulta sempre al Corriere dello Sport, sarebbe disponibile a un ingresso graduale nella Roma, in un primo momento come partner dei Sensi, poi come proprietario unico. Intanto si fa sentire Unicredit attraverso Roberto Nicastro, deputy Ceo dell'Unicredit Group, intervenuto all'inaugurazione della filiale di via Nino Bixio, a Roma, dell' Agenzia Tu. «Siamo sereni rispetto alle voci che circolano sulla possibile vendita della Roma. Viviamo il momento con molta serenità. E basta».

© Riproduzione Riservata.