BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Inter: per Lampard offerti 10 milioni. Si tratta Mancini, si aspetta Aquilani

Pubblicazione:venerdì 20 giugno 2008

A metà luglio l'Inter si ritroverà per il consueto ritiro a Riscone di Brunico (BZ) ma non c'è ancora nessun nome alla voce “acquisti”. Vero che la telenovela-Mourinho si è protratta fino a inizio giugno, vero anche che bisogna sfoltire la rosa, ma il tempo stringe e se Mourinho vuole, come ha dichiarato, la rosa definitiva di 23, 24 giocatori al massimo per il primo giorno del ritiro, significa che le prossime due settimane saranno caldissime.
I nerazzurri hanno incentrato il mercato su due, tre giocatori di grande livello, quindi con trattative difficilmente archiviabili in tempi brevi.
Mancini è il più vicino: c'è l'accordo con il giocatore ma si deve trovare un'intesa anche con la società. L'esperienza dell'affare Chivu della scorsa estate suggerisce che la trattativa sarà lunga e laboriosa. L'Inter è ferma anche perché per alcuni obiettivi (Lampard e Aquilani, per esempio) deve giocoforza aspettare l'esito dei colloqui tra i giocatori e i loro club per il rinnovo del contratto.
Da oltre manica arrivano voci che parlano di una fumata grigia nella trattativa tra Lampard e il Chelsea per il rinnovo del contratto. Il club, secondo quanto riporta il Times, offre un prolungamento di 2 anni del contratto che scade nel 2009 (con sostanzioso adeguamento), il giocatore chiede 4 anni. L'Inter sarebbe felice di accontentarlo e secondo quanto riporta il tabloid inglese The Sun nelle prossime 48 ore sarà fatta una prima offerta di circa 10 milioni di euro.
Anche Aquilani piace molto, a Moratti sorattutto, ma anche qui si potrà parlare di una trattiva solo se, a Europeo concluso, la giovane stella del centrocampo giallorosso non accetterà le condizioni della Roma per il rinnovo.
Quello che ormai pare certo è che all'Inter non arriverà un attaccante. Il reparto offensivo con Ibrahimovic, Balottelli, Crespo, Cruz, Suazo e l'ormai certo rientrante Adriano è a posto, anzi necessita di un taglio. Mourinho sta pensando con particolare attenzione al caso Adriano. Ha di buon grado accettato il suo ritorno a Milano ma ha anche avvertito il giocatore che per essere da Inter bisogna comportarsi da veri professionisti, ovvero lavorare duro per la squadra di giorno e dormire, di notte. Chi ha orecchie per intendere...
In uscita Stankovic sembra sempre più vicino alla Juventus, mentre per Robert Acquafresca si sono fatte avanti Sampdoria, Torino e Genoa, anche se la scelta preferita dell'attaccante sarebbe l'Atalanta. Nel caso l'Inter perdesse il giocatore alle buste entrerebbe in gioco anche il Napoli, che è interessato all'acquisto del cartellino del giocatore, ma non al prestito, unica formula con cui i nerazzurri sarebbero disposti a cedere il giovane attaccante. Cesar infine è vicinissimo al Bologna.



© Riproduzione Riservata.