BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EURO 2008/ Italia-Spagna: stasera la resa dei conti. Chi proseguirà il cammino europeo?

Pubblicazione:

italia_spagna_FN1.jpg

Una si è qualificata con tre vittorie, l’altra per il rotto della cuffia. La Spagna è sicura dei propri mezzi, forse come mai era successo prima in un appuntamento importante. L’Italia contro la Francia ha dato risposte positive sul piano del carattere, non certo nel gioco. Con questi due assunti si scaldano i motori per il quarto di finale dell’Europeo. Il Ct Aragones recupera l’acciaccato Puyol e si affida alla formazione tipo, quindi anche in questa occasione Fabregas e Xabi Alonso troveranno posto in panchina. Un attacco micidiale con il capocannoniere Villa e un centravanti (Toni) ancora a secco di gol. Le giocate dei due giocatori potrebbero decidere il corso del match.
Oltre ai precedenti internazionali (l’ultimo ai Mondiali di Usa 1994, 2 a 1 per l’Italia) che ci danno come favoriti, l’Italia si aggrappa anche alla cabala: il Portogallo e in parte la Croazia e l’Olanda hanno pagato caro il calo di concentrazione, cioè paradossalmente l’aver raggiunto la qualificazione dopo due gare e non aver schierato gli uomini migliori nella terza sfida del girone. Donadoni è costretto per le squalifiche di Gattuso e Pirlo a rivedere il centrocampo inserendo Ambrosini e Aquilani a fianco di De Rossi. In mezzo al campo, era già successo con la Francia, gli azzurri saranno in inferiorità numerica. Anche per questo come compagni di reparto di Toni il Ct potrebbe scegliere il duo Camoranesi-Di Natale, bravi a sostenere il centrocampo, ma anche a ripartire in velocità. Se così fosse si rivedrebbe l’attacco non certo fortunato schierato contro l’Olanda. È probabile che non trovi spazio Cassano, le cui doti in fase di ripiegamento non convincono Donadoni. L’altro asso nella manica potrebbe essere Perrotta in grado di fare da collante tra il centrocampo e l’attacco. La Spagna farà la partita, l’Italia dovrà essere brava a pressare e ad aspettare gli avversari. Un’altra corrente di pensiero suggerisce all’Italia di attaccare per approfittare del reparto (la difesa) più debole della Spagna.
Entrambe hanno in bacheca un solo Campionato Europeo, entrambe sanno di essere di fronte all’ostacolo forse più difficile nella corsa al titolo.


Probabili formazioni

ITALIA (4-3-3): Buffon; Zambrotta, Panucci, Chiellini, Grosso, De Rossi, Ambrosini, Aquilani, Camoranesi, Toni, Di Natale. All. Donadoni.

SPAGNA (4-4-2): Casillas; Sergio Ramos, Marchena, Puyol, Capdevila, Iniesta, Senna, Xavi, Silva, Torres, Villa. All. Aragones.

Arbitro: Fandel



© Riproduzione Riservata.