BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ La Juventus punta Quaresma e Aquilani. Palladino al Genoa e Tiago in partenza

Pubblicazione:

La Juventus si scatena sul mercato e tenta diversi colpi.

Aquilani
È noto da diverso tempo l’interesse dei bianconeri verso il centrocampista della Roma. Ora che l’avventura della nazionale agli europei è terminata, Aquilani discuterà il rinnovo del contratto con i giallorossi. La Juventus resta alla finestra: se l’accordo non verrà raggiunto tenterà il colpo

Quaresma
Secondo il quotidiano portoghese A Bola, la Juve sarebbe pronta a offrire Tiago come parziale contropartita per l`acquisto di Ricardo Quaresma, 24enne stella della squadra biancoblu.
Veloce, bravissimo nel dribbling, dotato di tecnica e fantasia, Quaresma potrebbe essere un degno erede di Nedved sulla fascia sinistra. Il problema è che costa carissimo: a José Mourinho piacerebbe portarlo all’Inter, ma il Porto ha fatto sapere a Moratti che il prezzo è di 40 milioni di euro. Se la Juve decidesse di sfidare l`Inter, in realtà, potrebbe anche chiudere l`affare per una cifra più bassa, ma non troppo. Ammesso che il Porto accetti di valutare Tiago intorno ai 15 milioni, la società bianconera dovrebbe sborsarne 20.

Diego Milito
L'attaccante argentino ex Genoa potrebbe sostituire Iaquinta, a cui sembrano molto interessate Roma e Palermo.

Schweinsteiger
La Juve punta Schweinsteiger. Il nazionale tedesco costa 20 milioni di euro, ma il Bayern Monaco accetta contropartite (tra cui Tiago). In ogni caso i bianconeri dovrebbero battere la concorrenza del Milan.

Arda
È invece una novità l’interesse per il gioiello del Galatasaray, che arriverebbe nel 2009, con il trasferimento di Almiron e Zebina in Turchia.

Per tentare questi colpi la Juventus dovrà sicuramente cercare di fare cassa

Palladino al Genoa
Palladino passa al Genoa in comproprietà con un contratto fino al 2012, dopo aver allungato fino a quella data anche il suo rapporto con la Juve, beneficiando di un aumento legato al rendimento (era stato questo il nodo che aveva bloccato l`operazione 10 giorni fa). I bianconeri, così, si sono coperti le spalle: se Palladino disputasse una grande stagione e volessero riscattarlo, prenderebbero un giocatore con ancora tre anni di contratto e non avrebbero quindi la necessità di discutere in fretta un eventuale rinnovo. Per la metà dell`attaccante, valutata 8 milioni e mezzo di euro, la Juve incasserà 5 milioni e mezzo in contanti.
Il resto della somma è costituito dal riscatto del 25enne centrocampista Matteo Paro, ceduto in comproprietà ai rossoblù nel 2006, e dal rinnovo del prestito
oneroso del 2lenne difensore Domenico Criscito, mandato a ritrovarsi a Genova a gennaio dopo un avvio di campionato deludente, in bianconero.
Le firme sui contratti però non ci sono ancora (ratificata invece la cessione definitiva di Paro). La colpa è del calendario. Il 24enne attaccante campano, infatti, avrebbe dovuto sostenere ieri le visite mediche: ma oggi è il giorno di San Giovanni, patrono di Torino e anche di Genova, e ieri le cliniche, chiuse per "ponte", non effettuavano esami in nessuna delle due città. Tutto rimandato a domani, quindi: visite e firme.

Tiago in partenza
L`annata del portoghese, in effetti, è stata così al di sotto delle aspettative che la Juve dovrà venderlo ad una cifra minore di quella preventivata. La dirigenza bianconera contava di incassare dalla cessione di Tiago gli stessi 12 milioni spesi un anno fa per acquistarlo, ma ha dovuto abbassare le pretese: domani il Consiglio d`Amministrazione darà l`ok per vendere il portoghese a 9 milioni.
Nonostante la stagione negativa, però, Tiago conserva degli estimatori. L’Atletico Madrid, in particolare sembra al momento la destinazione più probabile per il quasi ex bianconero. Jorge Mendes, l`agente di Tiago e della maggior parte dei migliori giocatori portoghesi, ha già raggiunto un accordo di massima con il club biancorosso, per appunto circa 9 milioni.
In ogni caso il portoghese potrebbe diventare un’ottima contropartita tecninca per l’acquisto di altri giocatori, soprattutto all’estero.



© Riproduzione Riservata.