BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Inter vicina a Ferrari e spunta un Del Piero. Moratti: Mourinho come Herrera

Pubblicazione:giovedì 26 giugno 2008

Massimo Moratti stravede per il suo nuovo tecnico, definito come il “vero colpo del mercato nerazzurro”. Lo “special one”, in un'intervista che Moratti ha rilasciato alla Gazzzetta dello Sport, è stato paragonato, per carisma, atteggiamenti e personalità niente meno che al “mago” Helenio Herrea. Il patron dell'Inter ama come si muove il tecnico portoghese e la sua volontà di creare un gruppo forte e affiatato prima di tutto. Moratti sarebbe stato molto colpito in questo senso dalla visita fatta da Mourinho a Chivu, al termine dell'operazione che dovrebbe aver finalmente rimesso in sesto la spalla del difensore rumeno. Intanto Mourinho si sta ritagliando un ruolo da protagonista anche nella gestione del mercato, scendendo in campo in prima persona per cercare di dare una svolta alle trattative per Lampard e Quaresma, ormai diventati gli obiettivi primari dell'Inter. Per il centrocampista del Chelsea ci sarà da aspettare ancora una settimana, visto che il suo incontro con il Chelsea e con Scolari è slittato di qualche giorno, mentre per Quaresma, che ha già dichiarato di voler venire in Italia, il nodo è legato alle pretese eocnomiche esorbitanti del Porto (40 milioni).

Milano-Roma
Per un trattativa che sembra rallentare sempre più ogni giorno che passa, quella per Amantino Mancini (la roma non si sposta dai 15 milioni e non vuole contropartite tecinche), un'altra, quella legata a Matteo Ferrari, sembra essere in dirittura d'arrivo. Mourinho ha dato il suo benestare, visto che Chivu, Samuel e Cordoba saranno ancoran convalescenti a inizio campionato e in più il difensore 28enne è cresciuto nel vivaio nerazzurro, fatto importante per le liste Chamions. Anche per Mancini non sono però da escludere improvvise accelerazioni.

Preso Del Piero
Tutto vero, Del Piero giocherà nell'Inter. Di nome fa però Jago, ha 14 anni ed è Brasiliano. I talent scout nerazzurri hanno definito nei giorni scorsi il suo trasferimento dal Treviso (la provincia natale di Alex). Jago assomiglia al suo celebre omonimo anche in campo visto che può fare il trequartista o la seconda punta. All'Inter lo ha fortemente voluto Piero Ausilio, lo stesso uomo mercato che portò Balottelli in nerazzurro. 



© Riproduzione Riservata.